6 Gennaio 2022
16:25

Capitol Hill, Biden ricorda le responsabilità di Trump: “Suo ego ha messo in pericolo la democrazia”

Durissimo discorso del Presidente degli Stati Uniti nel primo anniversario dell’assalto a Capitol Hill: “Donald Trump ha messo il suo ego al di sopra della democrazia”.
A cura di Redazione

Un anno fa, un gruppo di seguaci dell’ex Presidente Donald Trump, complottisti e suprematisti, faceva irruzione a Capitol Hill, mettendo a soqquadro gli uffici del Senato degli Stati Uniti. Le immagini dell’assalto, motivato dal rifiuto nell’accettare la vittoria alle Presidenziali del candidato democratico Joe Biden, fecero il giro del mondo e furono condannate in maniera pressoché unanime dalle forze politiche statunitensi. Molto discusso il comportamento di Donald Trump nelle ore dell’assalto, in particolare per la lentezza e l’eccessiva condiscendenza con cui, a detta anche di molti repubblicani, si era mosso per condannare l’assalto e chiedere che le violenze cessassero.

E così, nel suo discorso di commemorazione tenuto proprio nell’aula del Senato, il Presidente Biden è partito proprio da quei momenti, per attaccare in modo durissimo il suo avversario di sempre. “Trump non poteva accettare una sconfitta netta”, ha cominciato Biden, accusandolo di aver contribuito all’oltraggio di Capitol Hill: “Per ore non ha fatto nulla, mentre con un’insurrezione armata si voleva rovesciare il voto, si cercava di sovvertire la Costituzione. È stato il primo Presidente della storia che non ha accettato il risultato delle elezioni e non ha garantito una transizione democratica dei poteri”. Per l’inquilino della Casa Bianca il comportamento del tycoon è stato tanto più inaccettabile perché “ha messo il suo ego al di sopra della democrazia, pensando ai suoi interessi prima che a quelli del Paese”. Poi l’affondo: “La verità è che l’ex Presidente degli Stati Uniti ha messo in piede una rete di menzogne sulle elezioni del 2020. Lo ha fatto perché considera il potere più importante dei principi, il suo ego più della Costituzione”.

Qui il discorso integrale:

Vaccini, Ema: "Trombosi per Johnson & Johnson già incluse nelle avvertenze, rischio molto raro"
Vaccini, Ema: "Trombosi per Johnson & Johnson già incluse nelle avvertenze, rischio molto raro"
Conte dice che di armi l'Ucraina ne ha abbastanza e non dobbiamo inviarne più
Conte dice che di armi l'Ucraina ne ha abbastanza e non dobbiamo inviarne più
Guerra in Ucraina, Di Maio: "Lavoriamo per la pace, le sanzioni servono a portare Putin al tavolo"
Guerra in Ucraina, Di Maio: "Lavoriamo per la pace, le sanzioni servono a portare Putin al tavolo"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni