Alle sue spalle i soccorritori erano ancora intenti a rianimare una donna appena investita da un treno, distesa dolorante tra due binari. Ma lui ha pensato bene di scattare un selfie facendo anche con le dita di una mano la "V" di vittoria. E' successo alla stazione di Piacenza: la scena macabra è stata immortalata dal giornalista Giorgio Lambri, presente sul luogo della tragedia, e pubblicata dal quotidiano "Libertà". I fatti risalgono allo scorso 26 maggio, ma l'immagine è stata diffusa solo nelle scorse ore, facendo immediatamente il giro dei quotidiani nazionali.

Il giovane, autore dello scatto finito nell'occhio del ciclone, è stato fermato e identificato dalla Polfer, e costretto, non senza un po' di proteste, a cancellare le fotografie dallo smartphone. La donna, protagonista del selfie, è invece riuscita a sopravvivere all'incidente, ma le è stato amputato una arto. Tuttavia, la polizia ferroviaria sta esaminando la sua posizione, ma non sembra si possano configurare reati.