In Argentina, a partire dal prossimo 5 agosto, si terrà un processo per reati di pedofilia. Tra gli imputati ci sono due sacerdoti, tra cui un nostro connazionale, accusati di avere abusato di decine di bambini in una scuola che accoglieva sordomuti. Il caso coinvolge i bambini che frequentavano l'istituto nella provincia di Mendoza in Argentina. Secondo quanto riferito da un avvocato delle vittime, “il prete italiano Nicola Corradi, il sacerdote Horacio Corbacho e un terzo uomo che ha lavorato all'istituto Antonio Provolo andranno sotto processo con l'accusa di avere abusato più di venti bambini”.

Il prete italiano è agli arresti domiciliari in Argentina – L'indagine scattata nei confronti degli insegnanti dell'istituto italiano, con sedi in Veneto e anche all'estero, come in Argentina, era iniziata nel 2016. Don Nicola Corradi, sacerdote veronese, denunciato per la prima volta negli anni Ottanta sempre per casi di pedofilia presso l’Istituto Antonio Provolo di Verona, a causa della sua età avanzata si trova attualmente ai domiciliari in Sudamerica ed è in attesa dell’imminente avvio del maxi processo per le violenze denunciate dagli ex alunni della sede del Provolo a Mendoza. Padre Corradi e padre Corbacho sono stati arrestati in Argentina nel novembre del 2016 dopo le testimonianze di alcune vittime. La scuola nel Paese di papa Francesco è stata chiusa.