Paura in Turchia a seguito di una forte scossa di terremoto registrata alle 19.23 di oggi. Il sisma ha avuto magnitudo di 5.6, in seguito corretta in 5.1, ed è stato individuato nel nord-ovest del paese, con epicentro nel distretto di Ayvacik della provincia di Cannakale, vicino allo stretto dei Dardanelli.

La profondità registrata è stata di appena 10 chilometri. Il terremoto è stato avvertito in diverse altre province, comprese Istanbul e Smirne. Non si hanno al momento notizie di danni a persone o cose, ma c'è stato grande allarme tra la popolazione che ha distintamente avvertito la scossa riversandosi nelle strade.

Dopo la scossa di magnutudo 5.1 i sismografi hanno registrato finora ventidue scosse di assestamento, la più forte delle quali di magnitudo 3.7. La Turchia è uno dei paesi più sismicamente vulnerabili a cavallo tra l'Europa e l'Asia e gli esperti prevedono per i prossimi decenni la possibilità che si verifichi un sisma catastrofico di magnitudo 7. Per questa ragione da anni il governo investe ingenti risorse nella sicurezza degli edifici pubblici e privati.