Il passeggero di un aereo in fase di decollo all'aeroporto di Manchester ha scambiato l'uscita di emergenza del velivolo per la toilette e aprendola ha provocato momenti di panico e un conseguente ritardo di quasi sette ore. Il volo era ancora sulla pista, ma l'errore ha comunque causato l'apertura dello scivolo, costringendo la compagnia aerea a evacuare l'apparecchio e ripristinare i sistemi di sicurezza fatti scattare inutilmente.

I fatti si sono verificati venerdì scorso, il 7 giugno, all'aeroporto della città inglese. Il volo 702 della Pakistan International Airlines si stava accingendo a decollare verso Islamabad ma, poco prima del decollo, si è verificato l'imprevisto. La compagnia ha spiegato che i 40 passeggeri non sono mai stati in pericolo, ma dopo l'accaduto è stata costretta a farli sbarcare. Dopo aver abbandonato il velivolo le persone hanno poi dovuto attendere diverse ore prima di poter tornare a bordo e viaggiare verso la loro destinazione.

Il mese scorso si è verificato un episodio simile, in Cina. Un uomo avrebbe erroneamente aperto l'uscita di emergenza. A quanto pare, aveva così tanta fretta di uscire da aver attivato la porta pochi istanti dopo l'atterraggio. Neppure l'incidente cinese ha causato danni. Più problematico è stato invece l'episodio capitato nel febbraio 2018 su un volo della compagnia nigeriana Dan Air. Appena il volo ha toccato terra, ad Abuja, una delle porte di sicurezza è infatti caduta, questa volta per problemi tecnici e non per colpa di un passeggero.