"La sessualità, il sesso, è un dono di Dio. Niente tabù. È un dono di Dio, un dono che il Signore ci dà", così, senza remore, Papa Francesco si è rivoltoa un gruppo di giovani cattolici, che gli avevano posto alcune domande proprio sulla sessualità dopo essere giunti  in Vaticano per incontrarlo.  Rispondendo alle domande del gruppo proveniente dalla diocesi francese di Grenoble-Vienne, il Pontefice  ha proseguito: "Il sesso ha due scopi: amarsi e generare vita. È una passione, è l'amore appassionato. Il vero amore è appassionato. L'amore fra un uomo e una donna, quando è appassionato, ti porta a dare la vita per sempre. Sempre. E a darla con il corpo e l'anima". "Quando Dio ha creato l'uomo e la donna, la Bibbia dice che tutt'e due sono a immagine e somiglianza di Dio. E Gesù va oltre, e dice: per questo l'uomo, e anche la donna, lascerà suo padre e sua madre e si uniranno e saranno… una sola persona?… una sola identità?… una sola fede di matrimonio?…  Una sola carne: questa è la grandezza della sessualità" ha proseguito ancora Bergoglio durante l'udienza.

"Si deve parlare della sessualità così. E si deve vivere la sessualità così, in questa dimensione: dell'amore tra uomo e donna per tutta la vita" ha proseguito Papa Francesco come ha riportato oggi la Sala Stampa della Santa Sede. "È vero che le nostre debolezze, le nostre cadute spirituali, ci portano a usare la sessualità al di fuori di questa strada tanto bella, dell'amore tra l'uomo e la donna. Ma sono cadute, come tutti i peccati. La bugia, l'ira, la gola… Sono peccati: peccati capitali. Ma questa non è la sessualità dell'amore: è la sessualità ‘cosificata', staccata dall'amore e usata per divertimento" ha sottolineato Bergoglio. "È interessante come la sessualità sia il punto più bello della creazione ma sia anche la più attaccata dalla mondanità, dallo spirito del male" ha messo in guardia il Pontefice, ricordando che "c'è un'industria della sessualità staccata dall'amore. Tanti soldi si guadagnano con l'industria della pornografia, per esempio. E' una degenerazione rispetto al livello dove Dio l'ha posta. E con questo commercio si fanno tanti soldi".

"Una volta un anziano – molto anziano, con la moglie anziana – mi ha detto: ‘Noi ci amiamo tanto, tanto e a volte ci abbracciamo. Noi non possiamo fare l'amore alla nostra età, ma ci abbracciamo, ci baciamo…' Questa è la sessualità vera. Mai staccarla dal posto tanto bello dell'amore. Bisogna parlare così della sessualità" ha avvertito Papa Francesco . concludendo: "La sessualità è grande, custodite la vostra dimensione sessuale, la vostra identità sessuale. Custoditela bene. E preparatela per l'amore, per inserirla in quell'amore che vi accompagnerà tutta la vita".