È stato smascherato e arrestato l’uomo diventato l’incubo di molte donne a Palermo. Rosario Scianna, quarantanove anni, è stato arrestato dalla Polizia di Stato perché accusato di avere rapinato diverse persone colte di sorpresa negli androni di casa del capoluogo siciliano. Scianna, che alle spalle ha altri precedenti, era stato arrestato lo scorso 11 aprile in via De Spuches poco dopo un colpo messo a segno, secondo l'accusa, in un palazzo in via Giacomo Cusmano a Palermo. Secondo le indagini della squadra mobile, il quarantanovenne sarebbe il responsabile di sei rapine compiute con le stesse modalità e tre tentate rapine in appena quattro mesi. In particolare, dal giorno dell'Epifania dello scorso anno e fino allo scorso aprile Rosario Scianna avrebbe – secondo la ricostruzione degli investigatori – preso di mira le sue vittime tra via Notarbartolo e via Libertà, in una zona circoscritta della città.

Il rapinatore incastrato da un video: seguiva le vittime che rincasavano – In un video della Polizia di Stato si vede come agiva il rapinatore a Palermo. Scianna, a quanto emerso, individuava per strada giovani donne che stavano per tornare a casa, le seguiva fin dentro l’androne di casa e non desisteva neppure se c'erano dei bambini con loro (in un caso avrebbe aggredito una giovane mamma che si trovava col figlio neonato). L’uomo quindi puntava un taglierino giallo contro le sue vittime e si faceva consegnare soldi, cellulari e oggetti in oro. In almeno un caso, stando a quanto emerso nel corso delle indagini, il rapinatore avrebbe anche palpeggiato nelle parti intime una delle sue vittime: oltre che di rapina, l’uomo è infatti accusato anche di violenza sessuale. La Polizia di Stato ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei suoi confronti.