Momenti di puro panico ieri in un distributore di benzina di Senigallia dove un uomo che aveva pagato il carburante con un mucchio di monetine si è visto puntare una pistola in faccia dal benzinaio, che evidentemente avrebbe gradito di più le banconote o la carta di credito. L'automobilista si era fermato per fare il pieno pagando una parte dei totale, cioè una decina di euro, con le monetine e mandando su tutte le furie il gestore della stazione di servizio, che gli ha scaraventato in macchina il denaro. Il gesto non è piaciuto all'automobilista, che ha risposto per le rime: tra i due si è sfiorata la rissa ma quando ormai sembrava che il peggio fosse passato il benzinaio è andato in ufficio, ha preso la pistola e l'ha puntata contro il malcapitato minacciandolo di premere il grilletto.

L'automobilista, terrorizzato, è ripartito per poi fermarsi poco dopo e chiamare i carabinieri: i militari, arrivati sul posto, hanno ascoltato i due uomini. Il benzinaio ha consegnato ai militari l’arma con cui aveva minacciato il 49enne, una scacciacani caricata a salve che è stata posta sotto sequestro. Il benzinaio è stato denunciato per minaccia aggravata, accusa che potrebbe costargli molto caro. Dopo l’intervento dei carabinieri, la situazione è tornata nella norma. La lite tra i due uomini si è consumata di fronte a numerosi automobilisti in coda per fare il pieno, che hanno assistito impietriti a quello che stava accedendo temendo per qualche istante per il peggio.