Fin dalla nascita soffriva di una grave malformazione congenita che le aveva impedito di alimentarsi regolarmente dalla bocca, ora a tre anni la bimba per la prima volta ha potuto finalmente mangiare e deglutire da sola facendo un passo fondamentale verso  il pieno recupero del suo tubo digerente. Tutto merito di una delicatissima operazione chirurgica di ricostruzione dell'esofago, eseguita con successo da una equipe di medici presso l'ospedale Infantile Regina Margherita della Città della Salute di Torino. La piccola infatti è affetta da Atresia esofagea di tipo I, una malformazione congenita per cui era nata senza un tratto di esofago. Una condizione per cui era impossibile il passaggio del cibo dalla bocca allo stomaco.

Per questo motivo la piccola fino ad ora è stata alimentata con un sondino introdotto nello stomaco e, poi, con una cannula in vena. Ora invece il nuovo esofago ricostruito dai medici sta consentendo alla piccola paziente di recuperare l'uso della bocca per alimentarsi. Originaria di Milano, la bimba era stata operata già a due mesi di vita ma aveva avuto una complicanza che ha determinato una stenosi esofagea ovvero un restringimento cicatriziale della zona che non è stato possibile risolvere. Una situazione che ha reso complicatissimo alimentarla portando anche a seri problemi di crescita. A Torino infine i chirurghi sono riusciti ad asportare il tratto cicatriziale e a ricostruire l' esofago e ora, dopo un mese di decorso post operatorio, la bimba ha potuto finalmente mangiare dalla bocca. La piccola rimane ora ricoverata nel reparto di degenza ad Alta Intensità della Chirurgia pediatrica ma sta progressivamente recuperando