Uno degli studenti salvati a Lagos (Getty).
in foto: Uno degli studenti salvati a Lagos (Getty).

A meno di 24 ore dal crollo di un edificio che ospitava una scuola elementare a Lagos, la più grande città della Nigeria, si continua a scavare per recuperare i bambini rimasti intrappolati tra le macerie. Il bilancio, dunque, è ancora provvisorio: le vittime accertate sono al momento 8, tra cui ci sarebbe anche una donna incinta, ma la preoccupazione dei soccorritori è che altre possano essere sotto la polvere e i pezzi della costruzione che, si ricorda, oltre all'istituto scolastico, ospitava pure appartamenti privati e alcuni locali commerciali nel piano più basso. Trentasette coloro che sono stati tratti in salvo, come riportano fonti locali sulla base di quanto confermato da Ibrahim Farinloye, portavoce della National Emergency Management Agency. Trasferiti in ospedale, stanno ricevendo tutte le cure del caso.

Le testimonianze: "Morta una donna incinta"

"Abbiamo sentito un boato e ci siamo precipitati fuori. Abbiamo visto quel disastro", ha raccontato alla stampa un testimone che lavora in un mercato vicino alla scuola collassata. "C'era una donna incinta intrappolata nell'edificio. Abbiamo saputo che ora è morta. Un'altra insegnante ha anche fatto una telefonata all'esterno, dicendo che è rimasta intrappolata insieme a 15 bambini. Ha chiesto ai soccorritori di versare l'acqua per impedire loro di soffocare", ha continuato. A quanto pare, la costruzione era stata segnata per la demolizione per alcuni problemi strutturali, ma tutto si è fermato in seguito ad uno scandalo che ha coinvolto alcuni ufficiali statali accusati di aver ricevuto tangenti, per non parlare delle opposizioni dei proprietari di quegli immobili. Il governatore Akinwunmi Ambode, che ha visitato la scena della strage, ha assicurato che "intensificheremo gli sforzi per abbattere queste strutture". Per altro, la scuola pare fosse ospitata illegalmente al secondo piano dell'edificio.

I precedenti

Non si tratta di un episodio isolato: in Nigeria, infatti, negli ultimi anni si sono verificati altri drammatici casi simili a questo. La zona a sud-ovest del Paese ha il più alto record di crollo di edifici nell'ultimo decennio. Un sondaggio del 2015 ha mostrato che una media di 27 edifici collassati in 14 mesi. In seguito a questi incidente, 175 persone sono morte e altre 427 sono rimaste ferite. Solo nel 2016 più di 100 fedeli sono deceduti in seguito al crollo di una chiesa nel sud-est del Paese. Sempre quell'anno a Lagos un edificio di cinque piani ancora in costruzione si sgretolò, uccidendo almeno 30 persone.