Dopo la Camera dei deputati dove Roberta Lombardi ha lasciato il posto a Francesco Nuti, il gruppo del Movimento Cinque Stelle rinnova anche i vertici di Palazzo Madama. Il capogruppo al Senato Vito Crimi nominato ad inizio legislatura sarà sostituto da Nicola Morra appena eletto dai senatori grillini. Come promesso prima delle elezioni politiche, il passaggio di testimone alla guida dei gruppi parlamentari è avvenuto dopo pochi mesi dall'insediamento in Parlamento. Nicola Morra è stato eletto al ballottaggio con soli due voti di scarto rispetto al rivale Luis Orellana già candidato dal M5S anche alla presidenza del Senato. Nell'elezione interna trasmessa in streaming Morra ha ottenuto infatti 24 voti rispetto ai 22 di Orellana, mentre le schede bianche sono state due.

Nicola Morra, senatore ligure e già vicepresidente della commissione Affari costituzionali di Palazzo Madama, nel ringraziare per l'avvenuta elezione ha dichiarato: "Mi piacerebbe essere all'altezza delle aspettative perciò statemi accanto con critiche costruttive. Nessuno ha la verità in tasca, io per primo". "Stiamo tentando di fare una rivoluzione enorme, bellissima, dando una prospettiva a un Paese ingolfato, ingessato. Ce la faremo solo se rimaniamo umili e uniti come abbiamo fatto fino a ora. Lavorando insieme si vince, frantumati e divisi si perde" ha aggiunto Morra. Alla votazione finale non ha partecipato il capogruppo uscente Vito Crimi che entrato in ritardo nella sala ha commentato scherzosamente "Scusate il ritardo, mi ero perso".