Sono 12 gli agenti della Polizia Municipale di Napoli positivi al Coronavirus sul totale dei tamponi effettuati sul personale dell'Unità Operativa San Lorenzo, al centro storico di Napoli, dove negli scorsi giorni è scoppiato un focolaio Covid. Ieri si sono concluse le operazioni di screening sui dipendenti, subito avviate dal Comando dei caschi bianchi. "Al termine delle verifiche – spiega il Comune di Napoli – è confermato in 12 il numero degli operatori risultati positivi ai tamponi. Risalendo però nella catena dei contatti è stato accertato che sono 70 gli operatori che, sebbene negativi al tampone, hanno avuto rapporti stretti con i colleghi risultati positivi alle verifiche e che dovranno rispettare il periodo di quarantena che parte  dal momento in cui si sono sottoposti all'esame e che potranno rientrare alla fine della prevista  sorveglianza sanitaria". Si aspetta intanto il parere dell'Asl per riaprire la Stazione di San Lorenzo, che abbraccia un ampio territorio che va dal rione Vasto, a piazza Garibaldi, fino a via Marina,

Stazione San Lorenzo, si aspetta il parere dell'Asl per riaprire

Nella giornata di ieri è terminato lo screening organizzato dal Comando della Polizia Locale di Napoli e dalla Direzione dell'Asl Na 1, per fronteggiare l'emergenza da Covid 19 che ha interessato la Unità Operativa San Lorenzo che opera nel centro storico cittadino. Il Comando è in attesa del via libera della Direzione della Asl, che dovrebbe arrivare nella giornata di domani, per far rientrare in servizio attivo i  54  operatori risultati negativi ai tamponi e che non hanno avuto contatti stretti con i positivi. Si è provveduto intanto a sanificare sia la sede della U. O. San Lorenzo che le auto di servizio assegnate a quel Reparto. Le esigenze operative più pressanti del territorio di competenza, in queste difficili giornate, sono state fronteggiate con equipaggi di altri Reparti del Corpo.