891 CONDIVISIONI
8 Novembre 2021
12:57

Via Manzoni, con i lavori ai marciapiedi asfaltati anche i tronchi degli alberi abbattuti

Il Comune rifà i marciapiedi di via Manzoni, ma riasfalta anche i tronchi degli alberi abbattuti. Coperte dal tappetino di bitume ceppaie e radici dei pini, tagliati dall’amministrazione perché ammalatisi e a rischio crollo. Proteste dei comitati: “Un lavoro senza senso e uno sperpero di denaro pubblico – attacca Maria Teresa Ercolanese, presidente del Comitato Gazebo Verde – perché quando si dovrà poi ripavimentare via Manzoni e dovranno essere ripiantati gli alberi bisognerà estrarre le ceppaie e rimuovere tutto l’asfalto messo in questi giorni”. La NapoliServizi: “L’asfalto è stato messo intorno ai tronchi per questioni di sicurezza”.
A cura di Pierluigi Frattasi
891 CONDIVISIONI

Il Comune rifà i marciapiedi di via Manzoni, ma riasfalta anche i tronchi degli alberi abbattuti. Coperte dal tappetino di bitume ceppaie e radici dei pini, tagliati dall'amministrazione perché ammalatisi e a rischio crollo. "Un lavoro senza senso e uno sperpero di denaro pubblico – attacca Maria Teresa Ercolanese, presidente del Comitato Gazebo Verde – perché quando si dovrà poi ripavimentare via Manzoni e dovranno essere ripiantati gli alberi bisognerà estrarre le ceppaie e rimuovere tutto l'asfalto messo in questi giorni". A stretto giro la replica della NapoliServizi, che sta eseguendo i lavori assieme alle squadre del Decoro Urbano: "L'asfalto è stato messo intorno ai tronchi per questioni di sicurezza. In ogni caso quando i tronchi dovranno essere rimossi, ci sarà un nuovo scavo e tutto sarà risistemato".

Il Comune di Napoli, intanto, già da tempo è al lavoro sui progetti per rimettere a nuovo i grandi viali di Posillipo. I lavori di messa in sicurezza su via Manzoni sono iniziati la scorsa primavera. Eseguiti come pronto intervento urbano per rimettere a posto i marciapiedi, colpiti da dissesti e dossi causati dalle radici degli alberi. L'operazione, però, qualche mese fa suscitò le critiche di associazioni e comitati civici: "Segnalammo la cosa al Comune – racconta Maria Teresa Ercolanese a Fanpage.it – perché erano state coperte le fossette degli alberi, avrebbero dovuto invece lasciarle libere e mettere in sicurezza anche le ceppaie che rappresentano un pericolo per la pubblica incolumità, arrivando a metà ginocchio".

"L'intervento però è proseguito – prosegue Ercolanese – e stanno riasfaltando tutti i marciapiedi, non tenendo conto delle rimostranze dei comitati. Un lavoro inutile, perché quando poi si dovrà rifare la strada si dovranno rimuovere anche i ceppi e le radici asfaltati e questo comporterà nuovi lavori. Chiaramente tutto ciò è da ricondurre a lavori affidati dall’amministrazione uscente che non ha previsto di rimuovere prima i ceppi e poi di rifare i marciapiedi. Forse li hanno lasciati lì in bella vista in memoria di quel che fu un tempo via Manzoni, che era un bel viale alberato con i pini e oggi è un deserto cementificato".

A marzo 2021, il Comune aveva spiegato che su via Manzoni si stavano eseguendo operazioni di messa in sicurezza del marciapiede e della strada "con la rimozione delle principali ceppaie che intralciano il passaggio pedonale". La nota di Palazzo San Giacomo, poi, precisava che i lavori sarebbero proseguiti "con la rimozione totale delle ceppaie e con nuove piantumazioni, già finanziate da un progetto di Città Metropolitana, e con la riqualificazione della strada attraverso l'approvazione di uno specifico progetto di riqualificazione".

891 CONDIVISIONI
Posillipo, riapre via del Marzano dopo 7 anni: è la parallela di via Manzoni
Posillipo, riapre via del Marzano dopo 7 anni: è la parallela di via Manzoni
Pista ciclabile Corso Umberto, i lavori partono lunedì: il piano traffico
Pista ciclabile Corso Umberto, i lavori partono lunedì: il piano traffico
Rubato l'albero di Natale del Consiglio Comunale di Napoli. Per la seconda volta
Rubato l'albero di Natale del Consiglio Comunale di Napoli. Per la seconda volta
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni