Investito dal treno in corsa mentre attraversa i binari di un passaggio a livello nei pressi della stazione di Torre Annunziata: la vittima è un ragazzo di 27 anni, Giovanni Adinolfi, di Cava de' Tirreni, in provincia di Salerno. L’incidente è avvenuto sabato sera, attorno alle ore 22,40. Una grande tragedia che ha scosso le comunità del comune olpontino e del Salernitano, per la terribile e prematura scomparsa, che ha strappato il ragazzo all’affetto dei suoi cari. Giovanni lavorava come parrucchieri, un lavoro al quale si dedicava con grande passione.

L’incidente è avvenuto nella serata di sabato, nei pressi di un passaggio a livello, vicino alla stazione centrale di Torre Annunziata. Ancora da chiarire le dinamiche. Il ragazzo, secondo le prime ricostruzioni, è stato investito dal treno regionale 21355. FS hanno comunicato che le barriere del passaggio a livello erano abbassate. Sulla vicenda indaga la Procura della Repubblica, che ha delegato le indagini alle forze dell’ordine. Forse il giovane stava cercando di attraversare i binari e non si è accorto del treno in arrivo a causa del buio. Il convoglio ha arrestato la corsa subito dopo l’impatto, nei pressi della stazione di Torre Annunziata dove sono stati fatti scendere i passeggeri che hanno proseguito il viaggio con mezzi sostitutivi.

La linea ferroviaria è stata temporaneamente interrotta per riprendere la circolazione attorno alle 2,40 di notte. Purtroppo, però, per il ragazzo non c’è stato nulla da fare. La magistratura ha disposto il sequestro della salma – trasferita all'ospedale di Castellammare di Stabia – e l’autopsia, mentre gli investigatori hanno acquisito le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona per cercare di ricostruire quanto accaduto. Grande il cordoglio da parte di familiari, amici, conoscenti e istituzioni, per la giovane vita spezzata.