319 CONDIVISIONI
6 Giugno 2022
12:46

Caos al Pronto Soccorso del Cardarelli, infermieri in assemblea permanente: “Troppo lavoro”

La denuncia: “Costretti ad assistere anche i pazienti già dimessi dal Pronto Soccorso” che sono in barella in attesa di ricovero.
A cura di Pierluigi Frattasi
319 CONDIVISIONI
Pronto Soccorso Ospedale Cardarelli di Napoli (05/06/2022)/Foto Fanpage.it
Pronto Soccorso Ospedale Cardarelli di Napoli (05/06/2022)/Foto Fanpage.it

Infermieri e operatori socio sanitari super-stressati dal troppo lavoro al Pronto Soccorso dell'Ospedale Cardarelli di Napoli. Costretti ad assistere anche i pazienti già dimessi dal Pronto Soccorso che vengono trasferiti in Obi (Osservazione Breve Intensiva) sulle barelle, in attesa di essere ricoverati nei reparti. Attese che possono durare anche "giorni", scrivono in una nota indirizzata al direttore sanitario del Cardarelli, al direttore del Sirt e alle Rsu aziendali e protocollata oggi, lunedì 6 giugno 2022. Per questo motivo, infermieri e OSS hanno proclamato lo stato di agitazione e dichiarato l'assemblea permanente a partire dal 10 giugno prossimo.

"Pazienti in attesa per giorni nel Pronto Soccorso"

Nel Pronto Soccorso dell'Ospedale partenopeo, il più grande del mezzogiorno, si riversano centinaia di pazienti ogni giorno, mentre si scontano gravi carenze di personale. Il lavoro purtroppo per molti è diventato insostenibile, mentre si invocano interventi strutturali, in grado di accorciare soprattutto i tempi di attesa prima del ricovero, in modo da ridurre il problema dei pazienti in barella.

Gli infermieri, in una nota, contestano apertamente le scelte manageriali e organizzative e "denunciano le condizioni lavorative del personale OSS e CPSI del Pronto Soccorso, che oltre a garantire il complesso processo assistenziale dell'emergenza è tenuto ad assistere decine di pazienti con elevata intensità di cura, che stazionano per giorni nelle aree di Pronto Soccorso, pazienti già inquadrati e in attesa di posto letto o esito molecolare per i reparti Obi, Obi zero, Ortopedie".

Infermieri del Cardarelli in assemblea dal 10 giugno

"Per un modus operandi che è parte intrinseca di un sistema organizzativo assistenziale fallimentare – conclude la nota – viene imposto che gli infermieri del Pronto Soccorso debbano assistere in modo continuativo i pazienti già dimessi dal PS. Portato a conoscenza il direttore infermieristico, i capiservizio di tali gravose condizioni, in attesa in tempi relativamente brevi su una soluzione al riguardo, il personale firmatario, già in stato di agitazione RSU si costituisce in Assemblea permanente dal 10 giugno. Certi che la Direzione infermieristica metta in atto tutte le iniziative a protezione dello stato psico-fisico degli operatori".

319 CONDIVISIONI
Oltre 150 pazienti ricoverati, chiude il Pronto Soccorso dell'ospedale Cardarelli
Oltre 150 pazienti ricoverati, chiude il Pronto Soccorso dell'ospedale Cardarelli
Cardarelli, folla di barelle nel pronto soccorso:
Cardarelli, folla di barelle nel pronto soccorso: "Con l'aumento dei contagi da Covid è un inferno"
"Vessati e mortificati ogni giorno": la lettera degli infermieri del Pronto Soccorso del Cardarelli
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni