Frana la strada in via Ponti Rossi, all'altezza del civico 121. Inghiottiti nella voragine auto e lampioni. Un intero costone di carreggiata è venuto giù dopo il nubifragio che stanotte ha investito Napoli. Ma gli abitanti della zona avevano segnalato al Comune dissesti e avvallamenti di quel tratto di strada già a febbraio, ma i lavori di ripristino non sono mai partiti. Adesso la strada è stata transennata ed è stata chiusa al traffico una carreggiata, mentre le famiglie dei residenti sono senza luce elettrica.

Gli abitanti: "Segnalati dissesti già a febbraio, nessuno intervenuto"

L'episodio è accaduto stanotte, raccontano i residenti. “Abbiamo sollecitato più volte – raccontano gli abitanti della zona – la III Municipalità ad intervenire. Il 26 febbraio scorso abbiamo notato varie lesioni del manto stradale e un vistoso avvallamento proprio di fronte al civico 121 dove è posizionato il muro di cinta che delimita la strada. Dopo qualche tempo, gli operai sono venuti a recintare l'area con una tela arancione e piccole aste che però sono cadute poco dopo e rimaste a terra. In questa zona c'era una fermata del pullman che è stata soppressa, arrecando ai residenti non pochi problemi”.

“Dal 26 febbraio – aggiunge – non ci siamo mai fermati, inviando foto e sollecitazioni alla municipalità e alla direzione comunale competente. Senza però risultati. Stanotte la pioggia battente – proseguono – ha fatto crollare il muro di cinta portandosi un palo della luce stradale e anche una macchina parcheggiata. Non ci sono state vittime solo perché è accaduto di notte, ma la mattina la strada è meta di tanti passanti e corridori. Oggi ci troviamo una strada isolata senza luce, senza marciapiede. Tutto questo è inconcepibile. In più la strada è stata ristretta ad una sola carreggiata. Sospesa la sosta delle auto. E chissà per quanto tempo dovremo restare così”.