Il Vesuvio ricoperto di neve. Imbiancati sia il Gran Cono che il Monte Somma. Una immagine suggestiva e molto rara che i napoletani oggi possono ammirare. Il vulcano, infatti, è stato nascosto in mattinata da alcune nuvole. Il clima rigido ha consentito abbondanti nevicate che hanno cosparso tutta la cima del cratere, arrivando fino quasi alle pendici. Le temperature rigide e le piogge ancora insistenti su Napoli e i comuni della provincia hanno consentito che si formasse uno stato nevoso visibile anche dalle abitazioni poste alla base del Vesuvio.

Le temperature, informa la Protezione Civile, sono in ulteriore diminuzione con valori minimi generalmente al di sotto di zero gradi centigradi. Nelle aree interne della Campania, soprattutto in provincia di Avellino e Benevento, nevica copiosamente con qualche disagio per la circolazione. La Protezione Civile della Campania, intanto, ha prorogato l'allerta meteo in Campania per nevicate, gelate e vento forte di 24 ore, fino alla mezzanotte di domani, domenica 14 febbraio, giorno della Festa di San Valentino. Le temperature, quindi, continueranno ad abbassarsi con le minime che scenderanno al di sotto dello zero su tutto il territorio. Un crollo delle temperature che si è avvertito fin dalle prime ore del mattino. Per tutta la giornata di oggi, invece, ci sarà anche l'allerta meteo per le piogge e il dissesto idrogeologico. L'Abc, l'acquedotto pubblico di Napoli, ha avvisato la popolazione chiedendo di proteggere i contatori dell'acqua, che potrebbero altrimenti scoppiare, a causa del brusco abbassamento delle temperature.