Resta stabile la curva del contagio del Coronavirus in Campania, dove ieri si sono registrati 976 nuovi casi (di cui 149 casi identificati da test antigenici rapidi) su 11.441 tamponi analizzati (di cui 2.082  antigenici). Sempre ieri sono arrivate altre 22.500 dosi di vaccino Pfizer, una fornitura ridotta rispetto alla media di 34mila dosi inviate all'inizio di gennaio, ma la società americana ha preannunciato comunque una ripresa delle consegne a regime a partire dalla prossima settimana, quando dovrebbero arrivarne 38mila. In questo modo, per i primi giorni di febbraio dovrebbero ripartire anche le prime iniezioni di vaccino, al momento ferme. In Campania infatti si stanno facendo solo i richiami a chi ha già ricevuto la prima dose, trascorsi i 21 giorni necessari.

A Preoccupare, però, sono gli assembramenti registrati in questi giorni al di fuori delle scuole. Da lunedì 25 gennaio, infatti, sono ripartite anche le scuole medie per le lezioni in presenza e da lunedì 1 febbraio toccherà anche alle scuole superiori. Per evitare la folla e la calca registrate all'esterno degli istituti a inizio settimana, il Comune di Napoli ha inviato gli agenti della Polizia Municipale, ieri, mentre da lunedì prossimi ci saranno i volontari della protezione civile a coordinare le salite sui bus e sulle metropolitane degli studenti, in 10 punti hotspot della città per i trasporti pubblici. A Teano, in provincia di Caserta, il sindaco Dino D'Andrea, risultato positivo al Covid, ha chiuso tutte le scuole per 15 giorni dopo l'emergere di tre focolai. Anche a Napoli si registrano casi nelle scuole, come al plesso Zanfagna di via Consalvo a Fuorigrotta, con 18 bimbi contagiati. Per quanto riguarda le vaccinazioni, secondo i dati aggiornati a ieri, 26 gennaio, la Campania ha somministrato 123.721 dosi sulle 147.955 ricevute, quindi l'83,6%, ed è sesta in Italia.

Nelle ultime 24 ore, in Campania, si registrano purtroppo anche 25 morti (9 deceduti nelle ultime 48 ore e 16 deceduti in precedenza ma registrati​ ieri; 3.643 in totale), mentre sono al di sotto dei nuovi casi i guariti, che sono 761 (in totale dall'inizio della pandemia 148.876). Complessivamente, in Campania, dall'inizio della pandemia di Coronavirus, sono 215.752 (di cui 855 antigenici) i casi registrati, mentre sono 2.351.357 (di cui 15.518 antigenici)​ i tamponi analizzati.

Ecco, di seguito, i dati aggiornati ad oggi, martedì 26 gennaio:

  • Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
  • Posti letto di terapia intensiva occupati: 101
  • Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (posti letto Covid e offerta privata)
  • Posti letto di degenza occupati: 1.470