Nonostante sembrasse ormai scontato che la Campania fosse zona "arancione", ieri sera il premier Giuseppe Conte ha comunicato che la regione era stata invece inserita tra quelle "gialle" (rischio moderato). Una decisione totalmente inaspettata: se dalla mattina il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, aveva dato per scontato che la Campania fosse indicata come zona rossa, il governatore Vincenzo De Luca aveva chiesto misure rigide, lasciando intendere che la catalogazione come "zona arancione" (a rischio medio-alto) sarebbe stata vista come una sottovalutazione del rischio.

Ieri, intanto, nuovo picco di contagi: di 21.684 tamponi, 4.181 sono risultati positivi (3.852 asintomatici e 329 sintomatici). Il numero dei contagiati dall'inizio dell'epidemia sale quindi a 69.613 persone (il totale dei tamponi a 1.031.736). Nelle 24 ore sono morte 15 persone (in totale 739) e si registrano 397 guariti (in totale 14.386). Riguardo la situazione degli ospedali, risultano occupati sul territorio regionale 1.569 posti di degenza ordinaria Covid (+72) su 1.940 disponibili e 175 di Terapia Intensiva Covid (-52) su 243 attivabili. Le persone in isolamento domiciliare fiduciario sono 52744 (+3.749), mentre gli attualmente positivi sono 54.488 (+3.769).

Campania prima per incremento contagi

La Fondazione Gimble ha diffuso i dati relativi alla settimana tra il 28 ottobre e il 4 novembre: la Campania risulta la prima regione in Italia per incremento percentuale di contagi Covid-19. La provincia con il maggiore aumento è quella di Caserta, che Gimbe colloca in zona rossa, seguita da Salerno e Avellino in zona arancione, Napoli in zona gialla e Benevento in zona verde.

Prorogate zone rosse, scuole chiuse

In Campania le scuole non riapriranno: lo ha fatto sapere il governatore De Luca, annunciando l'emissione di una ordinanza regionale specifica; la decisione va contro quanto disposto dal Dpcm, che invece prevede l'apertura nelle regioni classificate a rischio giallo, come appunto la Campania. Con un nuovo provvedimento sono state prorogate le zone rosse Covid-19 di Marcianise e Orta di Atella, nel Casertano.