Immagine d’archivio
in foto: Immagine d’archivio

Festa con musica alta e balli in piena Zona Rossa Covid19 interrotta dalla Polizia di Stato la sera di Pasquetta. I poliziotti hanno sorpreso 7 giovani intenti a danzare assembrati e senza mascherina in una villa a Bagnoli, quartiere dell'area occidentale di Napoli. Gli agenti del Commissariato Bagnoli, che erano impegnati in un servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti in via Vicinale Montespina a seguito di una segnalazione per schiamazzi e musica ad alto volume provenienti da un’abitazione all’interno di un parco condominiale.

I poliziotti, giunti sul posto, hanno udito forti rumori, musica e diverse voci provenienti dall’interno di una villetta in cui hanno sorpreso 7 giovani intenti a ballare, tutti assembrati, privi della mascherina. I ragazzi non appartenevano allo stesso nucleo familiare. Sono stati, quindi, tutti multati per violazione delle misure anti Covid-19. Solo ieri, agenti della Polizia di Stato avevano sorpreso altre decine di giovani ad una festa in Corso Umberto I, con musica alta e balli, senza mascherina e con assembramenti. In quell'occasione 40 giovani sono stati identificati e sanzionati. Due arrestati per resistenza a pubblico ufficiale. Anche in quel caso il blitz era scaturito su segnalazione per schiamazzi e musica ad alto volume provenienti da un’abitazione.

Nel weekend di Pasqua a Napoli identificate 231 persone

Nel corso della settimana pasquale è proseguita un'intensa attività di controllo straordinario del territorio nella città di Napoli e nell'area metropolitana. In particolare, il 30 marzo scorso nell'area cittadina compresa fra Materdei, via Battistello Caracciolo, via Bellini e via Pessina, a Napoli, personale della Polizia di Stato unitamente a reparti speciali ed al Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nel corso del quale sono state identificate 231 persone, delle quali 82 con precedenti di polizia, controllate 47 autovetture e 65 motoveicoli, effettuati 13 sequestri di autovetture e 4 fermi amministrativi nonché contestate 32 violazioni al Codice della Strada per sanzioni pari a complessivi 64.910 euro. Sono state denunciate 2 persone per guida senza patente e sanzionate 4 persone per inottemperanza alle misure anti Covid-19.

Nella stessa giornata, con un servizio interforze a Somma Vesuviana, personale della Polizia di Stato, dell'arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania e del Reparto Mobile, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nel corso del quale sono state identificate 114 persone, di cui 22 con precedenti di polizia, controllati 75 veicoli e contestate 5 violazioni al Codice della Strada e sanzionate 3 persone per inottemperanza alle misure anti Covid.

Nella giornata del 2 aprile sono statui effettuati da parte della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza e della Polizia locale, altri due dispositivi di controllo, uno nel quartiere Chiaia – tra piazza Vittoria e via Partenope ed un altro nel Rione Sanità. Nel corso di questi interventi sono state complessivamente identificate 200 persone, controllati 74 veicoli di cui 6 sottoposti a sequestro amministrativo e contestate 18 violazioni del Codice della Strada. Una persona è stata denunciata per guida senza patente ed altre 12 persone sono state sanzionate per inottemperanza alle misure anti Covid-19.

Nella zona dei cosiddetti "baretti" di Napoli sono state identificate 236 persone di cui 14 sanzionate per inottemperanze al alla misure anti Covid. Infine, dal 2 al 5 aprile sono state complessivamente controllate 24.245 persone di cui 831 sanzionate e 27 denunciate. Sono stati controllati 901 esercizi commerciali e sanzionati 100 titolari nei confronti dei quali, peraltro, sono state disposte due chiusure provvisorie e tre chiusure definitive. Nelle operazioni in argomento sono state impiegate nel complesso 6286 unità di personale.