Vincenzo De Luca ha duramente attaccato la movida campana. Lo ha fatto durante la consueta diretta del venerdì, durante la quale ha fatto anche il punto sulla situazione covid in Regione e mostrando, a sorpresa, i video di alcune feste in locali del centro storico, ed in particolare una dove si vedono moltissimi ragazzi senza mascherina e tutti ammassati all'interno del locale.

"Dopo questa festa", ha spiegato De Luca, "abbiamo registrato trenta giovani positivi, tutti che avevano partecipato a questo evento e senza alcuna protezione. Per questi ragazzi, abbiamo dovuto fare la ricostruzione dei contatti, dei familiari, dei parenti, degli amici", ha aggiunto ancora il presidente De Luca, "e questo significa 100, 120, 150 persone che poi abbiamo dovuto controllare con i tamponi. Dobbiamo capire che bisogna tornare a comportamenti vigorosi, altrimenti ci facciamo male".

Analogamente, De Luca ha anche mostrato una foto all'esterno di un istituto scolastico campano, che mostra diversi ragazzi in attesa di entrare in aula. "Se abbiamo assembramenti di questo genere davanti alle scuole, con centinaia di ragazzi senza mascherine, tra due settimane inizieremo a registrare le conseguenze di questi comportamenti", ha tuonato il presidente De Luca che, poco prima, aveva parlato anche di "comportamenti irresponsabili" come primo motivo di contagio. "Tra marzo e aprile siamo stati impeccabili, poi in estate sembra essersi diffusa l'idea che il virus non esistesse più. E questo è gravissimo per due motivi: il primo è la riapertura dell'anno scolastico, il secondo che sta arrivando l'epidemia influenzale stagione. E già solo per questi due elementi", ha aggiunto De Luca, "dobbiamo tornare rapidamente ad aver comportamenti responsabili, o il problema ritorna serio".