"La capacità di contagio che hanno le varianti, in particolare quella inglese, è estremamente aggressiva. Con una caratteristica in più: che tocca la popolazione più giovane". A lanciare l'allarme è il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, attraverso un post sul suo profilo Facebook pubblicato in serata. Il presidente della Regione era già intervenuto nel pomeriggio nella sua consueta diretta web del venerdì, anticipando che la Campania sarebbe entrata in zona rossa da lunedì 8 marzo e parlando anche di una terza ondata già arrivata.

"Variante inglese più pericolosa"

"Avete avuto modo di ascoltare dai tg che nei giorni scorsi a Modena è stata ricoverata in terapia intensiva ed è stata intubata una bambina di 11 anni. Siamo di fronte ad una variante di estrema pericolosità e abbiamo registrato nei nostri territori un livello di contagio enorme nel mondo della scuola. La Campania è fra le regioni più esposte anche perché siamo la regione a più alta densità abitativa.

"Troppi comportamenti scorretti"

"La seconda ragione di questa esplosione dei contagi – prosegue De Luca – è data dai comportamenti scorretti che abbiamo registrato in queste settimane. Non solo perché si è determinato un clima di rilassamento generale. In alcuni fine settimana, complici le temperature miti, abbiamo visto addirittura le spiagge gremite, sembrava Ferragosto. L’esplosione dei contagi si è determinata anche perché in alcuni quartieri, in alcuni territori, a fianco di atteggiamenti di rilassamento, abbiamo registrato l’assoluta mancanza di controlli. Questo è un problema che riguarda tutta l’Italia".