Passeggeri bloccati nelle ultime ore in aeroporto. [Foto di repertorio]

Sono state finora 3.328 le segnalazioni di rientri in Campania registrati dalle ASL nel territorio della regione nelle ultime 24 ore. A queste si aggiungono 1.627 le telefonate di richiesta informazioni pervenute. Questi i numeri raccolti dall'Unità di Crisi per l'emergenza Covid19 in Campania che sta monitorando la situazione dei rientri dalle vacanze dopo l'ordinanza numero 68 che ha disposto la segnalazione obbligatoria entro 24 ore e la quarantena a casa per 14 giorni fino all'esito negativo del tampone.

Nel dettaglio per Asl, alla ASL NA1 ci sono state 428 segnalazioni e 465 telefonate di informazioni; alla ASL NA2 650 segnalazioni e 250 telefonate di informazioni; all'ASL NA3 373 segnalazioni; all'ASL Benevento 260 segnalazioni e 240 telefonate di informazioni; all'ASL Avellino 500 segnalazioni; all'ASL Caserta 462 segnalazioni e 452 telefonate di informazioni; all'ASL Salerno 655 segnalazioni e 220 telefonate di informazioni. Dalla giornata di ieri sono stati eseguiti 635 tamponi, si attendono i risultati.

Ieri, invece, oltre duemila persone hanno contattato l'Asl di competenza per comunicare di essere tornate in Campania, tramite mail o via telefono. Le segnalazioni sono state effettuate in attuazione dell'ordinanza emessa ieri sera, la numero 68 del 12 agosto 2020 della Regione Campania, con cui è stato introdotto l'obbligo di quarantena per tutti i cittadini residenti in Campania che rientrano in regione da ieri, 12 agosto, fino al prossimo 31 agosto; nello stesso provvedimento si raccomanda di comunicare il rientro all'Asl anche ai cittadini che sono stati all'estero nei 14 giorni antecedenti l'entrata in vigore dell'ordinanza (quindi dal 29 luglio al 12 agosto).

Quarantena per chi rientra in Campania

L'ordinanza 68 della Regione Campania dispone che tutti i residenti che rientrano in regione da uno stato estero fino al 31 agosto (anche con tappe intermedie in Italia) sono obbligati a segnalarsi entro 24 ore al Dipartimento di prevenzione della Asl competente per la somministrazione di test sierologico e/o tampone e per il monitoraggio delle condizioni di salute. I cittadini devono osservare l'isolamento domiciliare di 14 giorni, che può interrompersi in anticipo nel caso l'Asl comunichi che il test a cui sono stati sottoposti ha dato esito negativo.

"È fatta raccomandazione – si legge ancora nell'ordinanza –  a tutti i cittadini residenti nella regione Campania che, nei 14 giorni antecedenti alla data del presente provvedimento, abbiano fatto rientro da viaggi o vacanze all’estero, con tratte dirette o attraverso scali o soste intermedie nel territorio nazionale, di contattare il Dipartimento di prevenzione della ASL di appartenenza al fine di sottoporsi a test sierologico e/o tampone e di osservare l’isolamento fiduciario fino ai relativi esiti, a tutela della propria salute e della incolumità dei propri parenti e conoscenti". Per l'inosservanza delle misure sono previste multe fino a mille euro.