31 Dicembre 2021
18:18

Napoli, il Conservatorio di San Pietro a Majella e il Vecchio Policlinico sommersi dai rifiuti

Sommersa dai rifiuti piazza Miraglia al centro storico di Napoli dove si trovano il Conservatorio di San Pietro a Majella e il Vecchio Policlinico.
A cura di Pierluigi Frattasi

Sommersa dai rifiuti piazza Miraglia al centro storico di Napoli dove si trovano il Conservatorio di San Pietro a Majella e il Vecchio Policlinico. Cumuli di immondizia giacciono addossati al muro perimetrale del nosocomio partenopeo e alle pareti della chiesa gotica, a pochi passi dal Conservatorio famoso in tutto il mondo. Un'immagine di degrado e abbandono che purtroppo accoglie i turisti che in questi giorni si trovano a visitare Napoli. Piazza Miraglia, peraltro, si trova lungo la strada dalla quale si accede poi a via dei Tribunali, dove si trovano alcune delle pizzerie più famose di Napoli. A segnalare l'incuria della piazza gli abitanti della zona, stanchi di dover vivere nella sporcizia, testimoniata dalle foto scattate negli ultimi giorni.

La Chiesa gotica di San Pietro a Majella, peraltro, era stata recentemente ristrutturata dal Comune di Napoli con un finanziamento di 3 milioni di euro, nell'ambito del Grande Progetto Centro storico di Napoli -Valorizzazione del sito UNESCO -POR Campania FESR 2014/2020. Il progetto è stato approvato nel 2014 e aggiudicato nel 2017 alla Cuzzolino Costruzioni soc coop a rl. I lavori di consolidamento sono stati consegnati a luglio 2019, con ulteriori migliorie, tra le quali la messa a norma anti-sismica. È ancora più doloroso, quindi, che una struttura così bella e apprezzata dai turisti, recentemente rimessa a nuovo, debba quindi essere circondata dai cumuli di immondizia. Senza considerare anche la vicinanza del presidio del Vecchio Policlinico, che offre prestazioni sanitarie ai pazienti, e che presenta cumuli di immondizia proprio all'ingresso. Una situazione di degrado che i cittadini chiedono all'amministrazione comunale di risolvere.

A Napoli 800 tonnellate di rifiuti in strada nel weekend di Natale, distrutti cassonetti e campane
A Napoli 800 tonnellate di rifiuti in strada nel weekend di Natale, distrutti cassonetti e campane
La bara col morto deve "traslocare": il carro funebre non ha l'assicurazione. A Napoli due sequestri di mezzi
La bara col morto deve "traslocare": il carro funebre non ha l'assicurazione. A Napoli due sequestri di mezzi
"Palazzo Reale a Napoli nel degrado", materassi e rifiuti sulla facciata esterna
"Palazzo Reale a Napoli nel degrado", materassi e rifiuti sulla facciata esterna
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni