2.214 CONDIVISIONI
14 Agosto 2022
10:52

Clochard ustionato ad Afragola: “Gli hanno dato fuoco col liquido infiammabile”

Il senzatetto extracomunitario sarebbe stato aggredito nei pressi del Rione Gescal. Curato dal 118. Scatta l’indagine dei carabinieri.
A cura di Pierluigi Frattasi
2.214 CONDIVISIONI

Un senzatetto ustionato al Rione Gescal di Afragola, in provincia di Napoli, soccorso dal personale sanitario del 118. “L'avrebbero aggredito, cospargendolo di liquido infiammabile e gli avrebbero dato fuoco”, secondo il racconto del consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli (Europa Verde), che ha raccolto la denuncia di Nano Tv. Sulla vicenda indagano adesso i carabinieri della sezione radiomobile, che ieri sono intervenuti nel comune dell'hinterland napoletano, allertati dal 118, in Corso Italia per la presunta aggressione ai danni di un clochard.

Le indagini dei carabinieri

I militari dell'Arma si sono subito messi all'opera per cercare di ricostruire quanto accaduto. Quando i carabinieri sono arrivati, infatti, sul posto c’era solo il personale del 118 che poco prima aveva prestato le prime cure all’uomo che poi si era allontanato rifiutando altre medicazioni. Il clochard avrebbe riportato delle ustioni alle gambe. Sono ancora in corso da parte dei carabinieri le ricerche della vittima che non ha ancora denunciato.

L'ipotesi dell'aggressione

Secondo le prime notizie circolate, in base alle dichiarazioni che il senzatetto avrebbe reso prima dell'arrivo dei carabinieri e che questi ultimi stanno verificando, sembra che “2 ragazze avrebbero aggredito l’uomo”. Sembrerebbe che questa cosa sia stata riferita dalla vittima addirittura prima che i Carabinieri arrivassero sul luogo del fatto ed è ancora da confermare. Sono in corso le indagini finalizzate a rintracciare il clochard e a verificare l’esatta dinamica degli eventi.

Borrelli: “Si faccia subito chiarezza”

Sulla vicenda è intervenuto il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, che scrive sulla sua pagina Facebook:

Come riportato da Nano Tv sono preoccupanti le condizioni di salute di un clochard extracomunitario che vive nel Rione Gescal di Afragola. L’uomo racconta di essere stato bullizzato da due ragazze che gli avrebbero versato del liquido infiammabile addosso e dato fuoco. Ora rifiuta le cure sanitarie. Secondo i residenti il clochard, educato e riservato, presenterebbe ustioni su braccia e viso oltre a essere febbricitante. A nulla sono valse le insistenze dei sanitari giunti a soccorrerlo sul posto in ambulanza e delle forze dell’ordine.

Quindi, il consigliere conclude:

Auspichiamo l’intervento del sindaco di Afragola che richiedendo un trattamento sanitario obbligatorio consentirebbe agli addetti ai lavori di curare e salvare il senzatetto vittima, inoltre, della peggiore forma di vigliaccheria umana quella di usare violenza contro i fragili e gli indifesi. Chiediamo alle forze dell’ordine di verificare quanto da lui raccontato: se la storia è vera, si risalga ai responsabili del vile gesto intervenendo con misure esemplari.

2.214 CONDIVISIONI
L'incendio nel cinema Duel di Caserta è doloso: trovato liquido infiammabile
L'incendio nel cinema Duel di Caserta è doloso: trovato liquido infiammabile
Una bottiglia incendiaria contro un tram a Napoli: tanta paura ma nessun danno
Una bottiglia incendiaria contro un tram a Napoli: tanta paura ma nessun danno
Napoli, clochard ucciso con un colpo in testa. Orribile ipotesi:
Napoli, clochard ucciso con un colpo in testa. Orribile ipotesi: "Ammazzato per provare la pistola"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni