Il vento forte di grecale che è arrivato a punte di 100 km/h a Napoli, ha causato il danneggiamento di alcune tegole dell'antica Basilica di Santa Chiara, nel centro storico. A denunciarlo è il consigliere della Seconda Municipalità  (che riunisce gran parte del centro antico ovvero i quartieri Avvocata, Montecalvario, San  Giuseppe, Porto, Mercato e Pendino), Pino De Stasio. Pesanti tegole in rame sono state "sradicate" dal tetto della Basilica di Santa Chiara", scrive De Stasio aggiungendo che sono già in corso le verifiche. Il monastero di Santa Chiara, è uno dei più importanti edificio di culto monumentale di Napoli; il suo impianto è trecentesco. È ubicato in via Benedetto Croce a due passi da piazza del Gesù Nuovo, di fronte alla chiesa omonima. È la più grande basilica gotico-angioina della città.

Il forte vento che sta flagellando dalla mattina di oggi la città di Napoli ha causato il crollo di un albero a Fuorigrotta, in via Giulio Cesare e numerosi altri danni fortunatamente senza causare danni a persone. L'allerta meteo in Campania è stata prorogata, a Napoli domani, domenica 22 novembre, resteranno chiusi parchi e cimiteri cittadini a causa delle cattive condizioni emerse dal bollettino della Protezione civile regionale. Si attendono venti forti o localmente molto forti da Nord-Est con raffiche; mare agitato al largo e lungo le coste esposte, con possibili mareggiate. Il Comune di Napoli in una nota diramata nel pomeriggio raccomanda di limitare gli spostamenti solo in caso di necessità come già previsto, del resto, dalle attuali prescrizioni per la zona rossa Covid costringono a fare.