I cimiteri di Napoli resteranno aperti per la ricorrenza dei Morti, nel weekend del 31 ottobre, in occasione delle ricorrenze di Ognissanti e della Commemorazione dei defunti, nonostante il Coronavirus. Lo assicurano il vicesindaco Enrico Panini e l'assessora Rosaria Galiero, intervenuti oggi in commissione Attività Produttive. Soddisfatti i fiorai partenopei: “Accolte le nostre richieste”, sottolinea Vincenzo Malafronte, presidente del Consorzio Produttori Florovivaisti Campani. L'assessora Galiero ha confermato “la volontà dell'Amministrazione di non chiudere i cimiteri nel weekend di Ognissanti, salvo naturalmente allerte meteo ora imprevedibili o provvedimenti restrittivi di carattere regionale connessi all'emergenza sanitaria”.

Cimiteri aperti a Napoli per il Ponte dei Morti

La riunione della commissione, presieduta da Vincenzo Solombrino, era stata convocata su richiesta del consigliere Claudio Cecere (DemA), che aveva raccolto le preoccupazioni degli operatori del settore florovivaistico su una possibile chiusura dei cimiteri cittadini sia per le allerte meteo che per motivi sanitari connessi all'emergenza Covid-19, una misura che porterebbe particolari disagi ai fiorai napoletani. Il responsabile dell'Area cimiteri ha spiegato le ragioni che portano, in occasione di allerte meteo arancioni, alla chiusura dei cimiteri: un problema connesso alla presenza di alberature all'interno delle aree cimiteriali, che potrebbero rivelarsi pericolose in caso di venti forti.

Stella ha anche spiegato che per la manutenzione dei cimiteri il budget assegnato all'Area, di circa 250mila euro, consente di fare poco, ma si prova ad adottare tutte le misure possibili che consentano di migliorare la fruibilità degli spazi. Nel dibattito il consigliere Nino Simeone (Misto) ha chiesto che il responsabile dell'Area Cimiteri si faccia carico di seguire la manutenzione dei cimiteri in tutte le sue articolazioni, spiegando le ragioni del perché non si riesce a garantire la piena fruibilità degli spazi. Aniello Esposito (Partito Democratico) è intervenuto sulla condizione di degrado nella quale continua a versare il cimitero di San Giovanni, nonostante le molte segnalazioni.

I fiorai: "Garantiremo la sicurezza anti-Covid"

“L’Amministrazione Comunale di Napoli – afferma Vincenzo Malafronte, presidente del Consorzio Produttori Florovivaisti Campani – è già impegnata nel predisporre un piano per garantire l’accesso alle aree cimiteriali e la vendita dei fiori in tutta sicurezza e nel rispetto delle normative anti-covid19. Voglio ringraziare il consigliere Cecere per aver dato eco alla nostra richiesta e il vicesindaco Panini che a nome dell’amministrazione ci ha rassicurato che da parte del Comune di Napoli non c’è nessuna volontà di interdire l’accesso ai cimiteri in occasione delle festività di Ognissanti. Mi auguro più che mai che tale indicazione possa essere da monito anche per gli altri sindaci della Campania”.