Curtis Dandridge, conosciuto nel quartiere semplicemente come "zio Rudy", è stato in dialisi per problemi al rene per ben 14 anni facendo avanti e indietro dal centro medico per tre volte a settimana ogni settimana. Per questo quando finalmente ha trovato un donatore compatibile la sua gioia è stata immensa senza sapere che in realtà purtroppo veniva da un ragazza che lui conosceva benissimo: una vicina di 23 anni, Katherine Sinclair, morta a seguito di una sparatoria in cui è rimasta coinvolta suo malgrado.

La storia arriva dallo Stato del Mississippi, negli Stati Uniti, dove i genitori della ragazza, dopo aver saputo della morte cerebrale della 23enne, hanno acconsentito a staccare la spina e deciso di donare tutti i suoi organi. Padre e madre della 23enne hanno posto solo una condizione: che il rene fosse riservato al loro amato vicino zio Rudy in caso di compatibilità. Una volontà che si è rivelata fondamentale per l'uomo che ora potrà vivere sicuramente una vita migliore dopo l'operazione. "È quello che lei avrebbe voluto", hanno spiegato i genitori della ragazza, incoraggiando tutti a diventare donatori di organi.