Un gruppo di giovani aveva molestato verbalmente la figlia di 24 anni in strada in sua presenza così lui ha deciso di tornare indietro e rimproverare i ragazzi ma purtroppo ha pagato con la vita la scelta di affrontarli. È accaduto nel quartiere Moti Nagar di New Delhi, in India,  dove la vittima, il 51enne Dhruv Raj Tyagi, era tornato per pretendere le scuse da quel gruppetto che poco prima aveva preso di mira la figlia che lui stava riaccompagnando a casa dopo una visita dal dottore. Secondo la ricostruzione riportata dai media locali, i giovani hanno rivolto commenti osceni e gesti offensivi alla ragazza. Il 51enne quindi ha riportato la figlia a casa ed è tornato indietro verso la casa del principale colpevole che lui conosceva per rimproverarlo davanti ai genitori di questo. Qui però sarebbe nato un diverbio che in poco tempo è sfociato in una aggressione.

La vittima è stata raggiunta da tre fendenti al fegato, ai reni e all'intestino che si sono rivelati letali. Il 51enne è morto a causa della grave emorragia, nonostante i soccorsi. Con lui ferito anche il figlio che lo aveva accompagnato. Il giovane era rimasto lontano ed è intervenuto quando ha sentito il padre urlare ma ormai era troppo tardi. Contro il 51enne si sarebbero scagliate almeno quattro persone. "Questa non era la prima volta che quei giovani si comportavano male. Mio zio aveva deciso di farla finita una volta per tutte lamentandosi con i loro genitori, sperando che questo avrebbe cambiato il loro comportamento ma invece è stato aggredito", ha raccontato un nipote dell'uomo. La polizia ha già arrestato i responsabili che ora devono rispondere di omicidio.