La modella irlandese Alli MacDonnell, 37 anni, è stata trovata morta – probabilmente suicidata – nella sua abitazione  alcune ore dopo aver pubblicato su facebook un misterioso messaggio: “Perché un uomo può permettersi di definire una ragazza un culo grasso e brutto? È un modo per spingere qualcuno al limite”. La donna, madre di quattro figli, lavorava per la “AR Model Agency” di Andrea Roche. La notizia del suo decesso, che ha lasciato il Paese sotto shock, è giunta a qualche ora dal post e ora gli investigatori stanno tentando di capire se possano esserci legami tra la morte e il messaggio pubblicato. L'ipotesi più accreditata è comunque che la donna si sia tolta la vita.

Alli era una mamma single di quattro figli e dopo aver studiato al Trinity College di Dublino era diventata un'attivista per una campagna per “Autism Action”, dopo che a suo figlio Harry nel 2016 era stata diagnosticata la stessa sindrome. Malgrado la polizia propenda per la tesi del suicidio, amici e conoscenti assicurano che la giovane non aveva alcun problema psicologico ma che, anzi, stava valutando la conduzione di due trasmissioni televisive, una delle quali dedicata all’autismo.

In un’intervista di due anni fa, Alli aveva raccontato il senso di solitudine quando a suo figlio Harry era stato diagnosticato l’autismo: “Ho pianto per giorni. Non avevo la minima idea di cosa fosse l’autismo. Lo sto imparando ogni giorno”.