Elezioni regionali Lombardia 2023
9 Dicembre 2022
11:25

Scissione dalla Lega in Lombardia: tre consiglieri regionali lasciano Salvini a due mesi dalle elezioni

A due mesi dalle elezioni regionali tre consiglieri leghisti hanno appoggiato la nuova corrente di Umberto Bossi “Comitato Nord” creando così una scissione all’interno della Lega di Salvini.
A cura di Giorgia Venturini
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni regionali Lombardia 2023

A pochi mesi dal voto in Lombardia la Lega di Salvini si spacca. I consiglieri leghisti Roberto Mura, Federico Lena e Antonello Formenti hanno creato un gruppo a sé. Non è ancora certo se per le prossime elezioni regionali appoggeranno il presidente uscente Attilio Fontana, da loro appoggiato in questi cinque anni. Ma i dubbi sembrano essere pochi.

I tre consiglieri sarebbero vicini al Comitato Nord, la corrente fondata da Umberto Bossi che punta al ritorno alle origini del partito. Al momento il nuovo filone della Lega punterebbe comunque ad appoggiare Fontana: il loro voto non sarebbe in discussione.

Il motivo della scissione

Subito dopo la scissione i tre consiglieri spiegano le motivazioni: nel partito c'è stato un "abbandono totale delle tematiche autonomiste nordiste". L'allontanamento è dovuto anche da un "malessere interno", la "non predisposizione all'ascolto delle innumerevoli criticità territoriali" e "l'abbandono totale delle tematiche autonomiste nordiste". Su queste basi intendono costruire un nuovo gruppo regionale al Pirellone.

In seguito alla loro fuoriuscita dal gruppo consiliare, la Lega ha anche deciso di espellerli dal partito. "Preso atto della decisione di tradire il mandato ricevuto da migliaia di elettori e militanti leghisti e abbandonare il gruppo regionale della Lega, si è riunito il Comitato di disciplina e garanzia che ha espulso i tre consiglieri", ha dichiarato il coordinatore lombardo Fabrizio Cecchetti.

Cos'è la nuova corrente Comitato Nord lanciata da Bossi

La scissione arriva a due mesi dalle elezioni, previste per il 12 febbraio. Della nuova corrente della Lega, anche a livello nazionale, se ne parlava già lo scorso ottobre: la nuova corrente Comitato Nord era stata lanciata da Bossi il primo ottobre e si trattava già di una spaccatura all'interno della Lega per Salvini premier. Ora questa spaccatura si ripropone in vista delle regionali del 2023.

Bossi fin da subito aveva detto che non si trattava di un atto ostile alla Lega: "Quello che sto facendo è in linea con ciò che ho fatto tutta la vita: far valere le ragioni del Nord. Ribadisco che Comitato Nord è un comitato interno alla ‘Lega per Salvini premier'".

In un'intervista all'AdnKronos aveva poi aggiunto che nel Comitato "non sono coinvolti nomi che non fanno parte del partito e alla base c’è il rispetto della militanza". Resta ora da capire se questa scissione in vista delle imminenti regionali potrà portare a un cambio di strategia o di consensi. E se i tre consigliere si allontaneranno da Matteo Salvini.

121 contenuti su questa storia
Paolo Romano, candidato a 26 anni dal Pd:
Paolo Romano, candidato a 26 anni dal Pd: "Regione Lombardia ha abbandonato la nostra generazione"
Le liste di Alleanza Verdi-Sinistra alle elezioni in Lombardia 2023: i candidati al Consiglio regionale
Le liste di Alleanza Verdi-Sinistra alle elezioni in Lombardia 2023: i candidati al Consiglio regionale
Le liste di Unione Popolare alle elezioni in Lombardia 2023: i candidati al Consiglio regionale
Le liste di Unione Popolare alle elezioni in Lombardia 2023: i candidati al Consiglio regionale
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni