Festa clandestina tra studenti dell'università Bocconi di Milano in pieno centro. È quello che si sono trovati davanti i carabinieri del nucleo radiomobile di Milano allertati da alcuni cittadini perché stanchi di sentire degli schiamazzi provenire da un appartamento di via De Amicis a Milano. Qui i militari hanno fatto irruzione verso le 2.30 di oggi mercoledì 3 marzo: i carabinieri hanno più volte bussato alla porta senza avere risposta fino a quando, dopo alcuni minuti di insistenza, sono riusciti a entrare in casa e hanno trovato 10 ragazzi, tutti poi risultati studenti dell'Università Bocconi di Milano. Nell'appartamento infatti era in corso una festa privata con tanto di schiamazzi e musica alta, infastidendo non poco i vicini.

Due degli invitati si sono rifiutati di consegnare i documenti ai carabinieri

Una volta nell'appartamento i carabinieri hanno fatto fatica ad avere tutte le generalità dei ragazzi: due degli invitati, un ragazzo e una ragazza di vent'anni, hanno posto resistenza rifiutandosi di consegnare i documenti. Ma c'è di più: hanno minacciato e strattonato i militari, anche se nessuno di loro è risultato ferito. Ora i due ragazzi sono stati denunciati in stato di libertà per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, e dovranno spiegare ai giudici perché si sono opposti a fornire le proprie generalità. Tutti i presenti invece sono stati sanzionati per aver violato le norme anti Covid.

Altra festa clandestina di studenti della Bocconi lo scorso gennaio

Non è la prima festa organizzata dai ragazzi dell'università Bocconi che ha richiesto l'intervento dei carabinieri: altri sei studenti sono stati protagonisti di una festa clandestina la sera del 13 gennaio in un appartamento di via Ascanio Sforza sul Naviglio Pavese. Anche in questo caso, i controlli dei carabinieri sono scattati dopo la segnalazione di una vicina stanca della musica troppo alta. Così una volta sul posto i militari hanno scoperto il festino con molti più partecipanti: i restanti invitati infatti erano nascosti in qualche angolo della casa. A organizzare tutto è stato una studentessa francese di 20 anni, nonché locataria dell'alloggio. Mentre ospiti della festa, due fratelli inglesi di 20 e 16 anni, una 19enne cittadina del Principato di Monaco e due francesi di 19 e 20 anni. I ragazzi sono stati poi fatti allontanare dall'abitazione e sono scattate le sanzioni.