950 CONDIVISIONI
31 Ottobre 2022
22:43

Danno fuoco alla tenda in cui è costretto a vivere: “Non ho più niente, qualcuno mi aiuti”

Alcuni piromani hanno dato fuoco alla tenda di Jonathan, un uomo di 37 anni costretto a viverci a causa di alcuni problemi economici.
A cura di Ilaria Quattrone
950 CONDIVISIONI

Jonathan ha 37 anni e da quattro mesi è costretto a vivere in una tenda al Cassinetto a Pavia. La sua "sistemazione di fortuna" sorgeva tra via Ceva e via Tavazzani. Il passato è d'obbligo considerato che per Jonathan Riverdora, quella casa non esiste più. Nella serata di sabato 29 ottobre qualcuno le ha dato fuoco, distruggendola. 

L'uomo, nato a Massa Carrara e residente a Pavia, fortunatamente non si trovava lì. Come raccontato dal quotidiano "La Provincia Pavese", qualcuno – intorno alle 20 – avrebbe utilizzato una importante quantità di liquido infiammabile. Le fiamme hanno raggiunto i cinque metri di altezza.

I problemi economici

Il 37enne è andato a vivere in quella tenda a causa di alcuni problemi economici: dopo la separazione della moglie, è rimasto gravemente ferito in un incidente stradale. A causa di questo, non può svolgere alcun tipo di lavoro pesante. Sabato sera, l'uomo si trovava a cena a casa dei nipoti quando qualcuno ha dato fuoco alla sua sistemazione.

Per gli investigatori, non c'è dubbio alcuno che si tratti di un incendio doloso: a pochi metri è stato trovato un accendino. All'interno sono stati trovati i resti della valigia con alcuni vestiti del 37enne, una branda, un materasso e gli antinfiammatori. Sono stati alcuni residenti – gli stessi che in questi quattro mesi gli hanno portato acqua e cibo – a chiamare i vigili del fuoco.

Intervistato dal quotidiano, Jonathan ha raccontato di non avere più nulla e soprattutto di non capire chi possa essere stato considerato l'affetto che tutti nutrono per lui: "Non ho più niente e spero che qualcuno mi aiuti almeno per ricomperare la tenda e qualche vestito. Purtroppo nella valigia c’erano anche i pantaloni che indossava mio padre sul letto di morte. Bruciati anche quelli".

950 CONDIVISIONI
"Multe tolte agli amici e minacce a un collega": arrestata la capa della polizia locale di Cassolnovo
Perché la tesi di laurea di Polina Kochelenko potrebbe aiutare chi indaga sulla sua morte
Perché la tesi di laurea di Polina Kochelenko potrebbe aiutare chi indaga sulla sua morte
Le rinnovano la patente a 94 anni:
Le rinnovano la patente a 94 anni: "Correvo la Mille Miglia e le gara a Monza"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni