Dopo un anno di lavoro, si dimette Renata Gorgani, presidente de "La Fabbrica del Libro" joint venture tra Associazione Italiana Editori (Aie) e Fiera Milano, società promotrice di Tempo di Libri. Il salone del libro milanese svoltosi lo scorso marzo si avvicina, dunque, all'organizzazione della seconda edizione attraverso una sostanziale rifondazione della squadra di uomini e donne che ha lavorato alla prima edizione. Dopo la coordinatrice del programma relativo alla prima edizione, la scrittrice Chiara Valerio, un altro cambio all'interno della squadra del salone che si terrà tra i padiglioni di Fiera Milano Rho.

Renata Gorgani, amministratore delegato della casa editrice Il Castoro, era stata indicata da Aie per ricoprire questo importante incarico, nel lasciare dopo un anno di attività, ha dichiarato

È stato un anno pieno di sfide al pari entusiasmante e complesso. Sento ora la necessità di dedicarmi pienamente alla mia casa editrice e alle aziende che ad essa fanno capo. Ringrazio di cuore i colleghi editori per la fiducia che mi hanno dato, per il lavoro svolto insieme e per la generosità con cui ciascuno ha contribuito alla prima edizione di Tempo di Libri. Ringrazio anche i collaboratori di Aie e Fiera Milano per la grande professionalità e la dedizione con cui hanno intrapreso questa comune avventura". Sarà Aie a indicare, nei prossimi giorni, il nuovo presidente.

Cos'è Tempo di Libri.

La prima edizione del salone del libro milanese, nata dalla scissione dei grandi editori in opposizione al tradizionale Salone del Libro di Torino, si è svolta dal 19 al 23 aprile, tra i padiglioni di Fiera Milano Rho. Tema dello scorso anno è stato l’alfabeto, una sorta di mappa su cui sono divisi gli appuntamenti della manifestazione, i lettori hanno potuto costruire il proprio personale "Tempo di Libri", orientandosi alla ricerca di uno scrittore, di un tema o di una storia.