Ancora una volta la cronaca riporta la storia di un uomo la cui onestà ha prevalso sul desiderio di arricchirsi sulle spalle di qualcun altro. Ieri avevamo raccontato quanto compiuto da un immigrato precario della provincia di Treviso che aveva trovato dei soldi e li aveva restituiti al legittimo proprietario, un manager, mentre questa volta a finire sulle pagine dei quotidiani è un pensionato di Pogliano Milanese. L’uomo ha trovato un borsellino pieno di soldi, l’ha portato a casa ma poi dopo due giorni che non dormiva ha capito che era giusto consegnare tutto ai carabinieri. Il portafoglio pieno di soldi il pensionato l’ha trovato, mentre era in compagnia di sua moglie, fuori dall’ipermercato Auchan di Nerviano. La coppia stava raggiungendo la sua auto dopo aver fatto la spesa quando a un tratto per terra è apparso il borsellino. L’uomo l’ha aperto e ha trovato all’interno 14 banconote da 500 euro l’una. Settemila euro, dunque, lasciati tra le auto in sosta. Settemila euro che l’onesto pensionato ha poi deciso di portare dai carabinieri.

Per l’uomo ricompensa di 700 euro – La sua storia la racconta il Corriere sulle sue pagine milanesi: “Tenere quei settemila euro? Ma si metta lei nei miei panni. Cosa avrebbe fatto, lei, con quei soldi piovuti chissà da dove? Se lo vuole sapere non ci ho dormito per due notti. Alla fine ho deciso: ho preso, sono andato dai carabinieri e ho dato tutto a loro. Ora i soldi sono tornati a chi li aveva persi”. E infatti in poco tempo i carabinieri hanno individuato la persona, certamente distratta, che aveva smarrito il portafoglio. Si trattava di una 28enne della Svizzera tedesca, una impiegata di una ditta di cucine presente per una esposizione alla fiera di Rho-Pero. A quanto pare, quando i carabinieri le hanno restituito i suoi 7mila euro, la donna quasi sveniva per l’emozione. Ma ha avuto il pensiero di ringraziare l’onesto pensionato: a lui è andata una ricompensa di 700 euro.