In mattinata, un barcone con a bordo oltre 100 persone è stato avvistato a ovest di Tripoli, a largo delle coste libiche, dal piccolo aereo della Ong francese Pilotes Volontaires durante una missione di ricognizione nel Mediterraneo. Secondo quanto riportato da Alberto Mallardo, operatore del programma Mediterranea Hope, il coordinamento dei soccorsi sarebbe stato affidato dall'Italia alla Guardia Costiera libica, ma nessuno sarebbe ancora intervenuto.

"URGENTE Questa mattina, il piccolo aereo della#ONG francese Pilotes Volontaires, durante una missione di ricognizione nel #Mediterraneo, ha avvistato oltre 100 persone ad ovest di #Tripoli. Il coordinamento dei soccorsi sarebbe stato affidato dall'Italia (#IRMCC Rome) alla cosiddetta "Guardia Costiera libica". Purtroppo nelle ultime 5 ore nessuno è ancora giunto sul posto nè si è riuscito a stabilire una comunicazione diretta con i libici", si legge nel post Facebook diffuso da Mallardo. Al momento non sono noti altri particolari e risulta che il barcone sarebbe ancora alla deriva davanti alla Libia e non sarebbe stato soccorso da nessuno nonostante le segnalazioni.

Pilotes volontaires è una organizzazione non governativa che ha iniziato ad operare nel mese di maggio nel Mar Mediterraneo. José Bénavente et Benoît Micolon sono due piloti francesi che con i loro soldi, partendo con 130mila euro, hanno acquistato un piccolo aereo per aiutare i soccorritori a localizzare i barconi di migranti al largo delle coste libiche con l'obiettivo di salvare vite.