L’inverno è tornato. La massa d'aria molto fredda scivolata verso l’Adriatico nella giornata odierna si estenderà su gran parte dell’Italia. Il peggioramento si concretizzerà con pioggia al Sud e sul medio versante adriatico, con nevicate sulle zone appenniniche e vento in intensificazione quasi dappertutto. Le temperature torneranno decisamente invernali, con venti freddi settentrionali al Centro-Sud (a Napoli molte scuole sono rimaste chiuse), clima in deciso calo e in generale al di sotto della norma (specie nelle regioni meridionali) e, almeno per quel che riguarda la giornata di oggi, nevicate fino a quote molto basse al Sud e medio versante Adriatico. Domani ultimi strascichi del passaggio di questo veloce fronte freddo all’estremo Sud e tendenza a un miglioramento nelle restanti regioni peninsulari.

Venti forti, a Bari un mercantile s'incaglia vicino la spiaggia

Proprio le forti raffiche di vento hanno portato un mercantile a incagliarsi sui frangiflutti davanti alla spiaggia di Pane e pomodoro, davanti al lungomare sud di Bari. L'imbarcazione proviene dal porto di Ortona, in Abruzzo, dove aveva scaricato grano e si stava dirigendo verso la Turchia al porto di Lariana. La nave aveva chiesto di poter attraccare al porto d proprio per le condizioni del tempo critiche. In un secondo momento il comandante ha deciso di proseguire la rotta ma, dopo aver superato lo scalo qualche chilometro più a sud, l'equipaggio, composto in tutto da 15 persone, non è riuscito più a governare l'imbarcazione. "Sono in corso le operazioni di soccorso della Capitaneria di porto. Una persona a bordo ha avuto un incidente e dopo l'intervento del 118 è stato trasportato in ospedale", comunica il sindaco di Bari, Antonio Decaro. Il ferito è un soccorritore della Guardia costiera.

Traghetti bloccati, mille persone a bordo

Oltre al cargo turco, ci sono anche tre traghetti, con quasi mille persone a bordo, bloccati fuori dal porto di Bari, a causa del forte vento e del mare molto agitato. Come si legge su Repubblica, si tratta di tre imbarcazioni che quotidianamente effettuano la spola tra la Grecia e l'Albania e la Puglia, attraccando a Bari in prima mattinata. “Quello che si sta verificando è un evento meteorologico di portata eccezionale, poche volte nella mia carriera ho assistito ad un tale evento”. A parlare è il contrammiraglio Giuseppe Meli della Direzione Marittima di Bari, sul posto per supervisionare le procedure di rimorchio del mercantile arenato. C'è da dire che, viste le condizioni del mare in tutta la Puglia, sembra escluso che le tre navi possano trovare rifugio in porti diversi da Bari.

Le città a rischio neve

Per la giornata di oggi 23 febbraio sono attesi fiocchi su molte regioni del centro sud. In particolare Molise, Abruzzo, Basilicata, Calabria, Sicilia, e nelle zone più a nord della Puglia. In Abruzzo la neve potrebbe cadere anche in pianura e non è escluso qualche spolverata di neve sulla costa. Gli accumuli più importanti sono attesi però al Meridione: sui rilievi a nord della Sicilia e sull’appennino calabrese. Quindi le città più a rischio sono Potenza, Campobasso, Chieti, Matera, Cosenza, Foggia, Avellino, Benevento, Enna, Caltanissetta, Ragusa. E quelle più rischio sul mare sono Vasto, Crotone, Termoli e Bari.

Le previsioni per domenica 24 febbraio

Su Calabria e Sicilia cielo nuvoloso e precipitazioni residue, nevose sui rilievi oltre i 700-1000 metri, in particolare nella prima parte della giornata. Dalla sera tendenza a un generale esaurimento dei fenomeni e a schiarite. Nel resto del Sud, sul medio versante Adriatico e sulla Sardegna cielo irregolarmente nuvoloso con diradamento entro la sera. Nel resto del Paese cielo sereno. Temperature minime lieve diminuzione, con possibili gelate al Nord.