Dopo una settimana di piogge e temperature decisamente al di sotto delle medie stagionali il maltempo offre finalmente una tregua: il vortice di bassa pressione infatti scivolerà verso la Grecia e oggi il tempo migliorerà anche al sud, anche se da domani una nuova perturbazione si affaccerà nelle regioni settentrionali portando un graduale peggioramento a iniziare da Piemonte, Valle D’Aosta e settore alpino. Come spiega Meteo.it la perturbazione sarà accompagnata da un'intensificazione dei venti di Scirocco sui mari di Ponente e quindi da un sensibile rialzo termico nelle regioni centro-meridionali. Domani tale perturbazione sarà responsabile di una fase di maltempo che interesserà quasi tutto il Centro-nord con precipitazioni e temporali anche molto intensi e nevicate sull'arco alpino oltre 1800-2000 metri.

Nella giornata di oggi, venerdì 17 maggio, il tempo sarà stabile e soleggiato in gran parte del Centro-sud con più nuvole dal pomeriggio in Toscana e Sardegna. Sempre nel pomeriggio ci saranno le prime precipitazioni su Piemonte, valle D’Aosta e sulle Alpi, nevose oltre i 2000 metri di quota. Nel corso della serata il peggioramento si estenderà al resto del settentrione, tranne le coste adriatiche, raggiungendo anche Toscana, Umbria e Lazio con fenomeni più intensi in Piemonte. Temperature in ulteriore aumento e vicine alle medie stagionali tranne al Nordovest.

Domani, sabato 18 maggio, precipitazioni intense al Centro-nord e piogge che potranno raggiungere anche le zone interne del Centro, in Emilia e in Triveneto, con quota neve sulle Alpi dai 1600 metri su quelle occidentali fino ai 2000 metri in Alto Adige. Cielo prevalentemente nuvoloso anche al Sud e nelle Isole con rovesci isolati possibili in Sardegna e in Campania.