Freddo, piogge, vento e soprattutto neve. Inizia una settimana di forte maltempo, con un deciso calo termico e anche un vistoso peggioramento delle condizioni con piogge, vento e appunto tanta neve che potrà cadere su molte aree di pianura dal Nord a Sud della penisola, isole comprese. Secondo gli esperti del sito ilmeteo.it, lo scenario meteorologico si aggraverà in una escalation di 5 fasi collegate all’arrivo di due cicloni, il primo tra domani e mercoledì 23 gennaio e il secondo più potente tra giovedì e venerdì. La fase 1 inizierà domani, martedì 22 gennaio con l’arrivo della neve in pianura in Toscana, Umbria, Marche e a bassa quota sul Lazio. Secondo gli esperti meteo la fase 2 vedrà la neve risalire copiosa verso Emilia Romagna tra martedì e mercoledì per poi continuare tutto il giorno di mercoledì su pianure del Triveneto e quindi anche a Padova, Venezia, Trieste. Nel corso della giornata di mercoledì dal Mediterraneo si avvicinerà il secondo ciclone che porterà altra neve. Nella fase 3 dal pomeriggio e sera di mercoledì 23 gennaio torneranno le nevicate sulla Toscana e cadrà la neve in Liguria fin sulle coste, anche a Genova, per poi estendersi rapidamente nella notte a tutto il Nord e la Valpadana, da Torino e Milano fino a Bologna, Venezia e Trieste. La neve cadrà in pianura anche in Sardegna.

Giovedì neve anche a Roma – Fase 4 al via giovedì 24 gennaio con maltempo generale atteso da Nord a Sud: nevicherà soprattutto su Piemonte, rilievi Liguri, Appennini, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche e Lazio, qui copiosa su Reatino e Frusinate e attorno a Roma, a bassa su Campania, Sicilia, Sardegna. Giovedì è in particolare il giorno indicato dai meteorologi per possibili nevicate nella Capitale. Venerdì 25 gennaio il ciclone si sposterà verso levante e i venti da nord-est provocheranno la fase 5 della neve con bufere e un metro di neve tra Marche e Abruzzo e Umbria.