Dopo l'ultimo mese di maggio, decisamente autunnale dal punto di vista meteorologico, ormai alle spalle, giugno sarà più clemente e segnerà l'inizio dell'estate. E' quanto affermano gli esperti, secondo i quali nel corso della settimana che sta per cominciare il termometro potrà addirittura arrivare a toccare i 38 gradi centigradi. Ma, prima, bisognerà sopportare qualche altro giorno di instabilità, con rovesci e pioggia soprattutto sulle regioni del Centro Sud. Fino a martedì 4 giugno, infatti, l'Italia continuerà a essere divisa tra il bel tempo del Nord e una situazione più incerta e fresca nelle regioni meridionali, dove potranno anche registrarsi forti temporali.

Poi, già a partire da mercoledì 5 giugno, comincerà una piccola rivoluzione atmosferica, quando è atteso l'arrivo di correnti di aria calda direttamente dal Sahara sulla Penisola. Ciò farà da preludio all'arrivo, a sua volta, dell'Anticlone africano, il quale, soprattutto tra il 7 e l'8 giugno poterà ovunque aria bollente, in particolare sui versanti tirrenici, la Sardegna e la Sicilia. Addirittura, in alcune sono interne delle Isole Maggiori, il termometro potrebbe arrivare a toccare i 38/40 gradi. Ma farà molto caldo anche nel resto del Paese nonostante i valori risulteranno meno elevati, in particolare al Nord dove si accentuerà invece una maggior tendenza temporalesca dovuta ad infiltrazioni d'aria più umida e fresca di origine atlantica.