Neve e ghiaccio stanno arrivando in Italia, dove già a partire da oggi, domenica 16 dicembre, ci sarà un brusco calo delle temperature. Per questo la Protezione civile ha diramato un avviso di allerta gialla per il gelo in tutte le regioni del Nord Italia, dal Piemonte all'Emilia Romagna, a causa di una perturbazione atlantica in arrivo da Ovest. Anche Ferrovie dello Stato è corsa ai ripari attivando la fase di allerta dei propri piani contro neve e gelo in Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia-Romagna e Alto Veneto.

Già dal pomeriggio di oggi le nevicate si estenderanno alle zone interne della Liguria e sulla Toscana orientale a quote superiori ai 300-500 metri e al di sopra dei 400-600 metri interesseranno le Marche. Tra domenica 16 e lunedì 17 dicembre ci saranno delle vere e proprie bufere tra Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo. Tra le regioni in cui la situazione si preannuncia più critica c'è il Piemonte, dove sarà imbiancata anche Torino. Anche in Liguria vi è allerta gialle per possibili nevicate nell'entroterra e pioggia sulla costa, mentre a Venezia è scattato lo stato di preallerta per possibili nevicate e gelate, a partire dalle ore 15. Le altre città che saranno più colpite da neve e gelo sono Alessandria, Asti, Pavia, Lodi, Piacenza, Parma, Modena, Bologna, nevischio o neve debole a Milano, Bergamo, fiocchi non esclusi anche tra Verona, Vicenza, Padova e Rovigo.

Il peggioramento delle condizioni meteo si estenderà pian piano anche al Sud, dove sono previsti forti temporali nel basso Tirreno, già flagellato in queste ore da bombe d'acqua e grandinate. Forti temporali interesseranno a partire da domani, dopo il clima piuttosto mite del weekend, anche Campania e Calabria con possibili grandinate. Attenzione anche ai venti che soffieranno forti a rotazione ciclonica, con raffiche di maestrale cje potrebbero colpire in particolare la Sardegna e ancora il basso Tirreno.