Oggi, mercoledì 20 marzo, comincia ufficialmente la primavera. Almeno per il calendario perché, per quanto riguarda il meteo, dopo una piccola tregua prevista per il prossimo weekend, le belle giornate e le temperature più miti dovranno ancora aspettare. Marzo, infatti, si conferma un mese pazzo: se fino a venerdì 22 ci sarà pioggia e vento, soprattutto in Sicilia dove sono attesi nubifragi, tra sabato 23 e domenica 24 l'alta pressione tornerà a guadagnare terreno sull'Italia regalando giornate più soleggiate con temperature in deciso aumento. Ma già da lunedì 25 è in arrivo una prepotente invasione di aria fredda direttamente dal Polo Nord che porterà gelo e ancora neve fino quote molto basse, segnando un nuovo cambiamento dello scenario meteorologico generale con il ritorno del tempo instabile e di un rinnovato raffreddamento su tutto lo Stivale.

Così, già a partire dall'inizio della prossima settimana, il tempo comincerà a peggiorare diffusamente sulle regioni del Nord Est con rovesci e temporali anche molto forti. La neve cadrà a quote via via più basse, in particolare mista a pioggia sull'Emilia Romagna e sul versante adriatico, sulle Marche. Successivamente, il peggioramento si estenderà al resto della Penisola con rovesci e un brusco calo delle temperature anche di 10 gradi centigradi rispetto alle medie attese in questo periodo. La situazione resterà la stessa almeno fino alla fine del mese: tra le regioni più a rischio grandine e temporali ci sono quelle del Centro Sud. Insomma, si registrerà un ritorno dell'inverno proprio nei giorni in cui sarebbe dovuta esplodere la primavera.