Non ce l'ha fatta Margherita Giannoni, la donna di 75 anni che, già malata, nei giorni scorsi aveva dovuto apprendere della terribile tragedia che aveva segnato per sempre tutta la famiglia: la morte del marito per mano del figlio. La settantacinquenne è morta domenica nella casa di cura di Forte dei Marmi dove era stata ricoverata dopo la tragedia per la sua grave malattia. Margherita è scomparsa è deceduta a una settimana dal dramma familiare di Viareggio  in cui il marito Roberto Castellari, 79 anni, è stato ucciso dal figlio Stefano, 46 anni, a seguito di una furibonda lite dai contorni ancora da chiarire.  Il destino ha voluto che la donna si spegnesse per sempre proprio nel giorno del funerale del suo consorte, pediatra in pensione, a cui però lei non aveva potuto partecipare. Allettata da anni per una malattia, di lei per anni si era preso cura proprio il marito fino alla tragedia del 29 aprile scorso.

A rendere nota la notizia è stato un altro degli otto figli della coppia, Michele, che sul suo profilo facebook così ha voluto ricordare la madre: "Certo non potete proprio stare separati, ciao mamma, ciao babbo". Ai funerali del 79enne pensionato vi erano tutti gli altri sette figli della coppia davanti ai quali il prete amico di famiglia Don Luigi, che ha celebrato la funzione insieme a Don Marcello, ha esortato a "pregare anche per Stefano", il fratello arrestato e ora in carcere con l'accusa di omicidio. Nella stessa chiesa di Santa Rita al Campo d’Aviazione si volgeranno anche i funerali della donna fissato per mercoledì 8 maggio alle 15.

In onore del padre i figli hanno chiesto di fare beneficenza per i bimbi malati in difficoltà. "Invitiamo chiunque voglia lasciare un piccolo segno in memoria di nostro padre a fare una donazione all’associazione onlus “Noi per voi” di Firenze" hanno scritto riferendosi all'Associazione Genitori contro Leucemie e Tumori Infantili, ricordando che "il babbo ha cominciato la sua carriera di medico facendo una tesi di specializzazione sulle leucemie infantili"