3700 posti a disposizione per militari e civili. Sono questi i numeri del maxi concorso per entrare a far parte del corpo dei Carabinieri, il cui bando è in arrivo nelle prossime ore in Gazzetta Ufficiale. La prova sarà aperta a tutti i giovani fino a 26 anni di età, non compiuti, e in possesso del diploma di maturità: tutti coloro che sono interessati potranno candidarsi nei prossimi giorni. In attesa dei dettagli, che saranno resi noti a breve, quel che è emerso dall'Arma è che per i militari e congedati sarà sufficiente la licenza media. Il 70 per cento dei posti è riservato a militari in servizio o congedati come VFP1 e VFP4, mentre il restante 30% a individui in possesso dei requisiti richiesti dal bando.

Si ricorda che per partecipare alla selezione pubblica bisogna avere la maggiore età e la cittadinanza italiana o in uno degli Stati Membri dell'Unione Europea, in Paesi Terzi con regolare permesso di soggiorno di lungo periodo oppure titolarità dello status di rifugiato (previa verifica della conoscenza della lingua italiana), il godimento dei diritti civili e politici, non essere esclusi dall'elettorato politico attivo oppure destituiti, dispensati o licenziati da una pubblica amministrazione, non aver riportato condanne penali o procedimenti penali in corso che impediscano l'instaurarsi di un rapporto di pubblico impiego, l'idoneità fisica all'impiego e una posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva per i candidati di sesso maschile nati entro il 1985.

Per quanto riguarda le prove vere e proprie, ci saranno una scritta e una pratica: la prima prevede 100 quesiti a risposta multipla di logica e cultura generale, la seconda consistente in un accertamento sanitario e attitudinale per l'ottenimento dell'idoneità fisica. I candidati che avranno ottenuto l'idoneità fisica all’impiego saranno inseriti in una graduatoria di merito stilata in base ai risultati della prova scritta e dei titoli posseduti.