Un pompiere che interviene e salva una ragazza in difficoltà e la mamma della giovane che, due anni dopo quell’episodio, ringrazia in un modo davvero speciale quell’uomo. Arriva dal Minnesota, Stati Uniti, la storia di Bill Cox e Becca Bundy, e a raccontarla è la Cnn. Lui è un pompiere volontario che poco più di due anni fa fu il primo a intervenire per salvare la figlia di Becca Bundy che aveva avuto un grave malore in casa. Cox è stato volontario del Corpo dei vigili del fuoco di Bearville, nel nord del Minnesota, per circa sei anni. Nell'agosto del 2016 risposte a una chiamata d’emergenza e intervenne per soccorrere appunto una ragazza che si era sentita male. Il pompiere arrivò in tempo e aiutò la giovane in attesa dei soccorsi e dopo due anni, per caso, ha incontrato di nuovo la mamma Becca Bundy. I due si sono incontrati a un evento di beneficenza durante il quale il pompiere indossava una t-shirt con la scritta “Il mio nome è Bill. Sono allo stadio terminale di un'insufficienza renale e ho bisogno di un rene”.

Parlando i due hanno poi scoperto di avere lo stesso gruppo sanguigno e Becca ha deciso di accertarsi di poter aiutare quell’uomo: “Quando scoprii che ero idonea per la donazione chiamai Bill e piangemmo entrambi di gioia”, ha raccontato alla Cnn. E così la donna ha aiutato quell’uomo che due anni prima aveva salvato la vita di sua figlia. Prima del trapianto Cox ha scolpito un angelo di legno da regalare alla donna: “È il mio angelo, mi ha salvato la vita e ho pensato che sarebbe stato un piccolo regalo per lei e la sua famiglia”, ha dichiarato. La direttrice del programma di trapianto di reni e pancreas presso la University of Minnesota Health ha reso noto che oltre 100.000 persone sono in attesa di un rene nel Paese e che tale elenco cresce ogni anno. C’è dunque un enorme bisogno di donatori.