in foto: Salvatore e Spank da "La Nazione"

Da tempo è malato e parzialmente invalido e per questo gli è difficile anche trovare un lavoro che gli dia uno stipendio sufficiente per la casa ma, nonostante tutte le sue difficoltà, ha deciso di non abbandonare il suo fedele amico a quattro zampe che gli è sempre rimasto al fianco, arrivando addirittura a dormire in macchina con lui. È la storia di Salvatore, un 53enne di Lucca e del suo cane Spank che da tempo ormai vivono in auto per non separarsi. Quando ha lasciato la casa della compagna, dopo dieci anni, l'uomo si era trasferito dalla madre ma la donna è allergica al pelo dell'animale così Salvatore è stato costretto a sloggiare anche da lì e da allora vive in auto. Una situazione precaria che però non è più sostenibile per il 53enne a causa della sua malattia.

"Mia madre è allergica al pelo del cane. Stare da lei era diventato impossibile, ci rimetteva di salute, quindi piuttosto che abbandonare il mio Spank, dopo otto anni insieme, ho scelto la strada. Le cose nella vita non mi sono sempre andate bene, ma adesso non ce la faccio più e sono disperato. Ho cercato aiuto, ma ai dormitori e con gli orari di lavoro che faccio e con il mio Spank è un problema. Con la mia diagnosi di broncopneumatia cronica ostruttiva vivere in macchina ormai è diventato anche pericoloso per la mia salute" ha raccontato l'uomo al quotidiano La Nazione, chiedendo un aiuto per trovare una sistemazione che possa accogliere lui e il cane.

"Dal Comune di Lucca mi hanno detto che se trovo un posto, mi possono passare un contributo per pagare l’affitto", ha spiegato Salvatore ma il problema è che col suo misero stipendio da poche centinaia di euro al mese non può permettermi di pagare nessun tipo di affitto. "Spero però che qualcuno mi possa aiutare a trovare un alloggio, mi basterebbe una stanza o un garage, dove possa stare con il mio cane, dal quale non me la sento proprio di separarmi", ha concluso l'uomo.