Ha dell'incredibile quello che è stata capace di fare una donna statunitense di Atlanta: Lamora Williams, 24 anni e madre single, è stata infatti accusata di aver ucciso i figli Ja'Karter Williams e Ke'Younte Penn di uno e due anni, cuocendoli vivi nel forno di casa. L'orribile infanticidio è stato compiuto per vendetta nei confronti del padre dei piccoli, al quale avrebbe poi inviato dei filmati in diretta del terribile omicidio e dei corpi carbonizzati e senza vita dei bimbi. A riportare la scioccante notizia è l'Atlanta Journal Constitution.

Secondo gli inquirenti, la signora Williams avrebbe compiuto il duplice omicidio dei figli – i due più piccoli dei quattro avuti dalla donna – nella notte fra il 12 e il 13 ottobre. La causa della morte dei bimbi non è ancora stata ufficializzata, ma secondo l'Atlanta Constitution nel mandato di arresto nei confronti della signora Lamora Williams sarebbe specificata l'accusa di aver "messo i figli nel forno per poi accenderlo". Stando alle prime ricostruzioni, la 24enne avrebbe chiamato il padre dei piccoli nella notte di venerdì, spedendogli i video dell'orribile delitto. L'uomo, scioccato dalla visione, avrebbe quindi allertato i soccorsi.

La donna, che non avrebbe ancora ammesso le sue colpe, è stata tratta in arresto sabato scorso con l'accusa di omicidio. Secondo il giornale, Williams si sarebbe giustificata con la polizia spiegando di aver lasciato i figli a una babysitter per poi scoprirne i corpi una volta tornata a casa nelle prime ore di venerdì. Per i parenti, la donna soffriva di un disordine mentale mai diagnosticato dai medici. La madre assassina, ora in carcere presso la prigione della Contea di Fulton senza possibilità di uscire su cauzione, non si è presentata in aula nella prima udienza del processo che la vede imputata.