Si è vestito di tutto punto con camicia e cravatta e ha accompagnato la madre per il giorno più importante, il suo matrimonio, prima che il terribile male che lo aveva colpito lo portasse via per sempre pochi giorni dopo. Così il piccolo Keith Burkett, 12enne statunitense dell’Ohio, ha realizzato il suo ultimo desiderio prima di arrendersi alla maledetta malattia contro la quale combatteva ormai da sei anni. "Mi ha detto, vedi mamma vorrei accompagnarti verso l'altare prima che muoia" ha raccontato la madre di Keith, Taylore Woodard, che non ha potuto dire di no al suo piccolo convolando a nozze col suo storico compagno. Keith non ha potuto sfilare verso l'altare come sperava vista la gravità delle sue condizioni ma, nonostante il dolore e la sedia  a rotelle a cui era costretto, ha accompagnato la madre verso l'ufficiale che ha sancito l'unione della nuova coppia nella casa di famiglia a Stow rimanendo accanto alla donna per tutto il tempo.

Una festa in famiglia che purtroppo si è trasformata nell'ultimo addio al 12enne, morto appena tre giorni dopo a causa di un sarcoma dei tessuti molli, un tumore che colpisce muscoli, tessuti connettivi, vasi sanguigni e nervi. Un male contro cui il bambino ha lottato dal 2012 sottoponendosi a ogni tipo di cura ma purtroppo senza riuscire a sconfiggerlo. Quando i medici hanno detto ala famiglia che al bimbo restavano solo pochi mesi di vita, i parenti hanno voluto festeggiare con lui l'ultimo Natale in anticipo ma l'ultimo desiderio di  Keith era un altro: accompagnare la sua mamma vestita di bianco. Un desiderio esaudito il 9 novembre scorso. Tre giorni dopo, il 12 novembre, l'annuncio della morte sulla pagina Facebook a lui dedicata. "Oggi alle 12:57 Keith ha guadagnato le sue ali d'angelo ed è ora in paradiso, in pace  con Dio", ha scritto la mamma, concludendo: "Mancherai tantissimo alla mamma, sarai sempre il mio bambino, un pezzo di me se n’è andato per sempre, e non so come potrò vivere senza di te".