Antonio Rucco, trentanovenne originario di Trepuzzi, in provincia di Lecce e inventore della "piadina salentina", è morto a Londra, città dove si era trasferito dopo aver a lungo gestito con successo la piadineria di piazza Sant’Oronzo del capoluogo salentino. Sul decesso dell'uomo sta indagando la polizia della capitale britannica: Antonio, infatti, è deceduto nell'ospedale dove era ricoverato dopo essere stato trovato impiccato da alcuni conoscenti. Molti sarebbero i dubbi degli inquirenti, a partire dalle motivazioni che possono aver spinto il ristoratore a farla finita.

Antonio Rucco se n'era andato da Lecce da alcuni anni per tentare la fortuna a Londra, dove aveva aperto “Piadina Genuina Artisan Flat Bread”, locale in cui proponeva la versione salentina della classica piadina romagnola. Dopo il successo in Salento era arrivato anche quello londinese, tanto che era anche riuscito ad aprire un ristorante italiano, l’Antonio’s Vegan Italian Kitchen.

Rucco ha avuto un grande successo proponendo una versione rivisitata della classica piadina romagnola, col l’olio extravergine d’oliva al posto dello strutto e poi farcita con i prodotti salentini e pugliesi.  Di fronte alla sua piadineria di piazza Sant’Oronzo erano memorabili, soprattutto d’estate, le lunghe code per ordinare. Chi lo conosce lo descrive come un uomo molto solare e divertente: anche per questo l'ipotesi che si sia suicidato lascia sgomenti e increduli.