Il colon di un uomo indiano di 30 anni è letteralmente esploso a seguito di uno scherzo assurdo fattogli dai suoi “amici”: gli avrebbero infilato una pompa ad aria compressa nell’ano, finendo per causargli gravissimi danni all’intestino. Come confermato dal rapporto medico, la pressione dell'aria è salita così tanto da portare all’esplosione del retto. I medici del Maulana Azad Medical College di Nuova Delhi e l'All India Institute of Medical Sciences di Rishikesh, in India, evidenziano che le lesioni subito dall’uomo sono normalmente "limitate ai campi di battaglia". I macchinari industriali come i compressori d'aria “devono essere usati con cura”, hanno aggiunto i medici. Stando al rapporto l'infortunio dell'uomo è stato "causato dai suoi amici pervertiti che hanno infilato l'ugello di un tubo dell'aria (pompa ad aria per pneumatici) nel suo ano per poi gonfiarlo". Per il 30enne si è resa necessario la rimozione dell’intero tratto intestinale.

Il caso è citato dal Journal of Medical Case Reports, insieme ad altri esempi simili. Tra questi c’è la vicenda di un uomo di 24 anni ricoverato in ospedale con una "presunta storia di lesioni accidentali all'ano da un getto d'aria compressa". I chirurghi hanno dovuto rimuovere una parte del suo intestino a causa dei danni causati dal terribile incidente. Un caso analogo si è verificato nel 2014 nel quartiere Pianura di Napoli. Un 14enne era stato ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale San Paolo con lesioni multiple al colon: il ragazzino, vittima di bullismo, era stato seviziato con un compressore. "L'educazione riguardo a tali macchinari e al loro uso sicuro deve essere incoraggiata perché la maggior parte di questi casi è accidentale e dovuta all'ignoranza", scrive il dott. Lovenish Bains nel rapporto.